Stile sixties per Lazzari, si ritorna sui banchi di scuola

C’era una volta Margherita, che da ragazzina trascorreva le vacanze estive nella casa degli zii a Lusiana, comune della pedemontana Vicentina. Alcune foto in bianco...
C’era una volta Margherita, che da ragazzina trascorreva le vacanze estive nella casa degli zii a Lusiana, comune della pedemontana Vicentina. Alcune foto in bianco e nero che risalgono al 1961 la ritraggono sorridente sui prati e in posa con un abitino bianco e la fascia tra i capelli. La piccola Margherita, che di cognome fa Lazzari, ha un sogno nel cassetto: diventare sarta. La storia di questa nuova collezione Lazzari inizia tanto tempo fa e continua oggi: Alice, figlia di Margherita, e stilista del brand che prende il nome proprio dal cognome della mamma, decide di realizzare una collezione...

Starbucks a Milano? Il ‘no comment’ arriva da Seattle

La voce è insistente. E corre naturalmente sul web "investendo" i social. Già si sente il sapore del noto 'Frappuccino', del 'Caramel Mocha' o del 'Flat...
La voce è insistente. E corre naturalmente sul web "investendo" i social. Già si sente il sapore del noto 'Frappuccino', del 'Caramel Mocha' o del 'Flat WhiteMa'. Ma da Seattle arriva un gelido 'no comment': l'apertura di Starbucks in Italia è e resta un 'rumor', un'indiscrezione. Starbuck 'nasce' da un personaggio di Moby Dick,  con un logo a sirena stilizzata, a Seattle, nel 1971, a Pike Place Market, da tre amici: Jerry Baldwin, un insegnante di inglese, Zev Siegel, un insegnante di storia, e Gordon Bowker, uno scrittore. La svolta arrivò da un'idea di Howard Schultz, storico amministratore delegato, riconosciuto ormai come il vero fondatore...