5 cose da prendere in prestito dal guardaroba di Piccole Donne e indossare adesso

Piccole donne

Finalmente il 9 gennaio l’attesa è finita ed il film tanto atteso è stato proiettato anche nelle sale cinematografiche italiane.

L’emozione è stata la stessa vissuta nel 1994, ed essere andata al cinema con la stessa amica di allora ha dato un valore in più al momento. La regista Greta Gerwig ha fatto un lavoro straordinario e il mix di emozioni si è scatenato anche questa volta.

 

Al di là della storia nota, questa trasposizione ha esaltato la bellezza, l’intelligenza, e la crescita emotiva e personale dei protagonisti, ma sono rimasta colpita – anche – dallo splendido lavoro fatto della costumista premio Oscar Jacqueline Durran.

Sarò perché amo i film in costume, sarà che mi piace la moda, ma mi sono chiesta come sarebbe stato prendere in prestito qualche capo dal guardaroba delle sorelle March senza rischiare di sembra fuori dal tempo.

Così tra una scena e l’altra, tra le immagini disponibili online ho selezionato alcune idee che possono essere idossate con site e contemporaneità.
Un caldo scalda cuore 

In alternativa una lunga sciarpa di lana o cashmere, magari fatta proprio a mano, da mettere a incrocio davanti e fissare sulla schiena con un nodo, una spilla, o un anello di metallo. 

Camice bianche

 

 

Sempre attuale e mai assente nel guardaroba stagione dopo stagione. In questo caso cambia lo stile e i dettagli. L’attenzione cade sui colletti e sulle maniche. Rigorosamente candida, bianca e svolazzante. Si può indossare con un jeans o una minigonna in tweed per sdrammatizzare. Un accessorio eccentrico o un bijou in extra size darà un tocco contemporaneo.

Il gilet

Nel film lo si vedere inossato da Jo e da Laurie, probabilmente sia per sottolineare la loro affinità sia per evidenziare il carattere libero e lo stile di Jo, il suo volersi distinguere dalla figura femminile proposta dalla società. Adesso si può indossare con la camicia di cui sopra, una minigonna o un jeans skinny e l’immancabile stivale.

Nastri di velluto 

Si conservavano, si usavano per abbellimento, si aggiungevano ai vestiti, si mettevano attorno al collo, o più semplicemente per adornare i capelli. E mai come adesso sono attuali soprattuto in velluto nero. Puoi avvolgere una coda di cavallo o  usarlo come chiusura di una treccia come vuole l’ultima tendenza in fatto di Hair style.

In alternativa si può usare un nastro come cintura, su di un vestito, tra i passanti di un jeans. Immancabile un fiocco a chiusura. Carina l’idea di annodarlo come un papillon al colletto di una romantica camicetta. 

La vestaglia

Di un caldo e avvolgente velluto, lunga come quella che Jo era solita indossare nella sua fase creativa di scrittura… stupenda in quel color verde militare. Si può indossare ricreando uno stile Boheme Chic, un dolce vita, un jeans e un mocassino per un look cozy ma che non passa inosservato.

Se non avete ancora visto il film avete un motivo in più per farlo e cercare ispirazione!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *