Arte Moderna e Contemporanea a Milano

Il Dipartimento di Arte Moderna e Contemporanea  è lieto di presentare il catalogo d’asta della sessione autunnale in programma per lunedì 9 dicembre.

Composto da oltre 250 lotti, il catalogo si apre con una rassegna di lavori figurativi di maestri del ‘900 Italiano, dove si segnala Gino Severini “Senza titolo” (Pienza 2 o Movimento di danza) 1913, inchiostro, tempera e pastello su cartoncino intelato, cm 78×58 (lotto 46 – € 60.000 – 80.000), l’opera è rimasta a lungo nella collezione personale dell’Artista seguendolo nei suoi spostamenti, sempre presente nelle varie retrospettive e collettive significative, e dipinto in un particolare momento della vita familiare, durante una residenza del maestro a Pienza.

Di particolare interesse storico e artistico l’opera “Vittoria Alata” di Mario Sironi 1935, tecnica mista su carta da spolvero riportata su tela, cm 182×250 (lotto 57 – € 200.000 – 250.000).

Scrive Elena Pontiggia sull’opera: “uno degli studi preparatori più belli per l’affresco L’Italia fra le Arti e le Scienze, dipinto da Sironi nell’aula magna dell’Università La Sapienza di Roma”.

Scorrendola la ricca selezione di opere proposte, spicca, di Giuseppe Capogrossi “Superficie 225”, 1956/57, olio su tela, cm 150×105 (lotto 95 – € 80.000 – 120.000) proveniente da una collezione privata ed esposta in numerose rassegne personali e collettive dell’artista sia in Italia che all’estero.

All’artista romano Piero Dorazio viene dedicata la copertina del catalogo con l’opera Intralcio, 1967, olio su tela cm 130×70 (lotto 118- € 60.000-80.000)

Provenienti da una importante collezione privata lombarda, Emilio Isgrò,“Enciclopedia Treccani Volume VII”, 1970, china su libro in box di legno e plaxiglas (lotto 161 – € 40.000 – 60.000), l’opera che appartiene a uno dei momenti più alti della produzione dell’artista, a quasi cinquant’anni dalla storica mostra alla Galleria Schwarz di Milano, in cui Isgrò appese alle pareti le pagine cancellate dei volumi della Grande Enciclopedia Treccani.

Sempre nello stesso nucleo Christo, “Packed Coast” (Project for Little Bay New South Wales Australia), 1969, matita, pastello e assemblage in teca di Plexiglas, cm 71×56 (lotto 162 – € 40.000 – 60.000) e per completare questa provenienza privata: Roman Opalka, “1965/1 – ∞, Dettaglio 671891 – 676783676, inchiostro su cartoncino, (lotto 163 – € 40.000 – 60.000) immagine di copertina della rivista Flash Art numero Febbraio – 1973.

Di sicuro interesse l’artista americano Conrad Marca-Relli di cui si presentano all’incanto due opere “L-9-69 (Image n. 9), 1969, collage e tecnica mista su tela, cm 144,5 x 176 (lotto 99 – € 60.000 – 80.000) e un “Senza titolo”, 1964-65, collage su cartoncino, cm 49×59 (lotto 92 – € 6.000-8.000)

Segnaliamo infine Stefano Arienti “Turbine”, 1990, 5 elementi in carta, in misure variabili (lotto 160 – € 35.000 – 40.000), artista di cui Finarte ha segnato negli ultimi anni vendite fortunate.

Didascalia immagine:
Lotto 195
Giuseppe Capogrossi
SUPERFICIE 225, 1956-57
80.000,00 – 120.000,00 €

Dove e quando
Asta: lunedì 9 dicembre 2019 – ore 17:00
Via Paolo Sarpi, 6 – Milano
Esposizione: mercoledì 4 – lunedì 9 dicembre orario 10:00-18:00

Contatti
Arte Moderna e Contemporanea
Via Paolo Sarpi, 6 Milano
Tel. 02 33638032 – mail info@finarte.it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *