Botero in mostra al Palazzo Pallavicini di Bologna

Di Corinne D’Antoni – Arrivano al Palazzo Pallavicini di Bologna 50 opere inedite del mitico pittore colombiano Fernando Botero. La mostra delinea l’equilibrio tra il fascino nostalgico e la malcelata ironia, le atmosfere oniriche e la realtà fiabesca. Le opere rappresentano i temi cari all’artista: personaggi legati alla tauromachia e al circo, nature morte silenti ed equilibrate, delicati nudi e personalità religiose. Sono prototipi di un ideale artistico che si affaccia in tutti gli aspetti dell’esistenza.

mde

Fernando Botero: formazione, stile e critica Nato nel 1932 a Medellín in Colombia, Fernando Botero è considerato l’icona dell’arte sudamericana ed è apprezzato in tutto il mondo. Inizia a dipingere da adolescente, ispirandosi all’arte coloniale precolombiana e spagnola.

Si trasferisce a Bogotà ed entra in contatto con il lavoro degli artisti della scuola muralista messicana, tra cui le opere di Orozco, che eserciterà su di lui una profonda influenza. Viaggia per l’Europa e, giunto in Italia, si reca prima ad Arezzo per incontrare Piero della Francesca, poi a Ravenna e a Venezia. A partire dagli anni Ottanta, l’artista si afferma a livello internazionale e diventa una personalità chiave del panorama contemporaneo.

L’arte di Botero si alterna tra la classicità italiana e rinascimentale (ispirata alle opere dei grandi del passato, come Botticelli, Piero della Francesca e Vasari) e la cultura sudamericana.

dav

Non si distacca dalla realtà ma la rende fantastica, affascinando così lo spettatore. Lo stile è marcato ed inconfondibile. Ogni aspetto reale è trasformato in volumi ridondanti, forme dilatate, colori intensi ed avvolgenti e iconografie originali; è una lode alla maestosa bellezza dell’esistenza, espressa nelle forme del disegno.

Botero viene definito “uno dei più grandi artisti della nostra storia, un pittore e uno scultore che ha fatto del suo talento un esempio chiaro della creatività che c’è in Colombia”.

La sua attività continua incessante fino a oggi. La Mostra Libertà creativa e monumentalità rappresentano il fil rouge dell’esposizione, promossa dal gruppo Pallavicini S.r.l. e curata dalla Dottoressa Francesca Bogliolo insieme all’artista. Alla progettazione e realizzazione della mostra hanno collaborato anche l’Accademia di Belle Arti di Bologna e gli studenti del Biennio specialistico in “Scenografia e allestimenti degli spazi espositivi e museali”.

Questa mostra è un evento unico ed imperdibile per apprezzare l’uomo, l’arte ed i suoi significati. Eccovi dunque le informazioni utili.

Mostra: Botero

Dove: Palazzo Pallavicini, Via San Felice 24, 40122 Bologna (BO) Italy

Sito Web: www.palazzopallavicini.com

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *