Cheese lover alert! Adunata a Bra per “Cheese 2019 – naturale è possibile”

Dal 20 al 23 settembre “Cheese 2019 – naturale è possibile”, ovvero la fiera internazionale del formaggio, profumerà le strade di Bra, la cittadina piemontese famosa per l’omonimo formaggio.

Inventata dal movimento Slow food (che ha sede in Bra) “Cheese” coinvolge produttori e lavoratori di latte da tutto il mondo e solo nell’ultima edizione ha registrato la cifra record di centomila visitatori.

La fiera che come titolo ha “naturale è possibile” centra l’argomento della naturalità, intesa come anti-omologazione, valorizzazione delle territorialità e sostenibilità economica e ambientale.

In alcuni ambiti agro-alimentari, il parallelo con il vino è immediato, si comincia ad indagare sulla definizione di naturale e non senza qualche modesto ma significativo risultato, ma nel contesto caseario siamo davvero all’inizio di un percorso di consapevolezza e scoperta.

I FORMAGGI NATURALI (DEFINIZIONE)

Cheese ha iniziato a esplorare il mondo dei formaggi naturali, identificandoli con quei prodotti a latte crudo  realizzati senza fermenti selezionati o ricorrendo ai fermenti autoprodotti (latte innesto, siero innesto).

Cheese 2019 riporta sotto gli occhi di tutti un tema cruciale per il futuro del cibo che Naturale è possibile a discapito delle lavorazioni veloci e dei risultati certi, che rispondono meglio alle logiche del commercio ma che appiattiscono i sapori e minano i legami con i territori e le tradizioni.

Naturale è impegnativo ma sano. Uno stile di produzione autentico che richiede più tempo e più esperienza, ma non è affatto irrealizzabile.

“Cheese 2019 Naturale è possibile” si estenderà oltre i formaggi, viaggiando anche attraverso i salumi, i pani e i vini naturali, con spazi dedicati all’interno della manifestazione e momenti di riflessione nelle conferenze e negli appuntamenti in programma con esperti e produttori.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *