Decameron, in quarantena come nel trecento: nasce il canale Facebook dove fare cultura

La quarantena, un gruppo di personaggi-narratori e delle storie da raccontare: sono gli elementi della trecentesca raccolta di novelle più famosa al mondo, il boccaccesco Decameron, la copia sputata di quanto sta accadendo in questi giorni di restrizioni severe a causa della pandemia globale.

Unica differenza un dettaglio di non poco conto del nostro 2020, la rete e i social che h24 ci tengono connessi, aggiornati, distanti ma uniti, per usare la parole della campagna sportiva partita sul web e in tv per sensibilizzare tutti a restare a casa finché non capiremo come arginare e sconfiggere il nemico invisibile del Coronavirus.

Così ciascuno si organizza e fioccano le dirette e i video, su Facebook nascono canali dedicati alla cultura come videodecameron .

“Non è la prima volta che l’umanità si trova davanti a un’epidemia di così grandi proporzioni, però è la prima volta che per affrontarla abbiamo la rete.” – scrive la pagina nel testo di presentazione – “Per questo un gruppo di autori e di autrici ha immaginato uno spazio virtuale dove poter continuare a incontrarci, parlare di libri e di storie e restare coesi anche nella difficoltà.”

Quando la normalità viene meno il conforto della parola, la forza di una storia può salvarci, ecco perché stasera alle 21 vi segnaliamo l’appuntamento con Michela Murgia e Chiara Tagliaferri che presenteranno “Bastava Chiedere!”- 10 storie di femminismo quotidiano, l’ultimo libro della blogger Emma, attivista per i diritti, ambientalista e femminista di ultima generazione.

Dal suo account Instagram Chiara Tagliaferri annuncia l’incontro virtuale e il senso del progetto:

“Ci sono molti modi per abbattere la paura.

In una lettera che Petrarca indirizza a Boccaccio, scrive che non c’è cosa più leggera di una penna, e non ci sono cose più belle delle parole. Uno scrive parole e dopo mille anni ci saranno persone che continueranno a leggerle, e amarle.
Visto che le parole, soprattutto quelle lette, mi hanno salvato la vita, sono felicissima di partecipare a “Decameron – una storia ci salverà”. Un gruppo di autrici e autori ha immaginato uno spazio virtuale, dove poter incontrarci per parlare dei libri che amiamo, e per sentirci meno soli.
Così, venerdi 13, alle 21.00, sul canale FB @videodecameron @michimurgia e io parleremo di “Bastava chiedere – 10 storie di femminismo quotidiano”, il libro di @emma_clit pubblicato da @editorilaterza , una delle letture più preziose e illuminanti che ho avuto il piacere di fare .
Ci si può iscrivere all’evento, collegarsi alla diretta, e partecipare all’incontro. E ci aspettiamo anche tante domande (sì, il dibattito sì, sorry Nanni Moretti).
Saranno tantissimi gli appuntamenti di Decameron, mi piace l’idea di passarci il testimone come tante Sherazade, e utilizzare la rete per fare rete.”

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *