#Fidachef, la competizione culinaria a sostegno del Banco Alimentare

Food blogger, appassionati di cucina, semplici consumatori e cuochi provetti. A loro è indirizzata la sfida culinaria #Fidachef lanciata da Fidagel, divisione dell’azienda siciliana Riposto Pesca srl.

Sposare la filosofia del brand Fidagel significa sostenere un prodotto ittico senza ghiaccio aggiunto fondato su driver specifici: qualità, freschezza, bontà e convenienza. Per comunicare questi valori Fidagel ha deciso di rivolgersi direttamente ai consumatori coinvolgendoli nel contest #Fidachef, attivo fino al 30 agosto 2020, nato con un duplice obiettivo: fidelizzare i clienti potenziando la loro brand awareness e sostenere, al tempo stesso, attività sociali legate al territorio.

Per partecipare alla sfida culinaria, gestita attraverso i social network, servono creatività e propensione alla cucina. Basta scegliere una referenza Fidagel (pesce spada o polpo), preparare un piatto, fotografarlo e condividerlo con Fidagel utilizzando gli hashtag #fidagel e #senzaghiaccioaggiunto.

Per ogni post realizzato, sarà  donata una referenza a Banco Alimentare Sicilia Onlus, attivo nel sostegno alle fasce più deboli della popolazione. I partecipanti più creativi e ironici avranno così la possibilità di diventare Brand Ambassador di Fidagel e potranno ricevere una sfiziosa sorpresa: la gift box con i prodotti dell’azienda siciliana.

“Un’attività di questo tipo – spiega Carmelo D’Aita, ideatore e responsabile Fidagel – ci permette di comunicare in modo diretto con i consumatori mostrando loro i valori alla base del nostro brand. Il nostro assortimento è composto da 4 categorie ittiche (frutti di mare e crostacei, filetti, trance, molluschi) per un totale di 24 referenze di solo pesce al naturale, lavorato nei laboratori artigianali di Riposto (Ct), più buono, più pratico e più sano perché senza glassatura, o con una minima e indispensabile percentuale. Il packaging è completamente trasparente per consentire al consumatore di acquistare ciò che vede”.

Fidagel ha, infatti, ottenuto un incremento di vendite a doppia cifra: nel mese di marzo 2020 la crescita si è attestata al +66% rispetto all’anno precedente, +92% ad aprile e +72% a maggio. E la richiesta continua a registrare cifre sempre crescenti.

Alla base di questa iniziativa c’è, dunque, anche la volontà di sostenere fette di  popolazione particolarmente colpite dalle restrizioni della pandemia da Covid-19.

“È importante per noi – aggiunge Carmelo D’Aita – dare alla nostra attività anche un contenuto etico valorizzando la collaborazione con realtà significative come il Banco Alimentare. Questa collaborazione è per la nostra azienda un modo per veicolare un messaggio importante: il sostegno al territorio, nella speranza di contribuire a creare un processo virtuoso di aiuto solidale”.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *