Giornata internazionale delle bambine e delle ragazze, Gucci lancia #LetGirlsDream

In occasione della Giornata internazionale delle bambine e delle ragazze, Gucci, attraverso Chime for change, lancia #LetGirlsDream, una campagna in collaborazione con la regista vincitrice di due premi Oscar Sharmeen Obaid-Chinoy a supporto di Girls Not Brides: The Global Partnership to End Child Marriage ed Equality Now, per porre fine ai matrimoni infantili.

Oggi, venerdì 11 ottobre, Giornata internazionale delle bambine e delle ragazze, nel Cinema da Camera del Gucci Garden a Firenze verrà trasmesso “Sitara”.

Il filmato, prodotto in collaborazione con Vice Studios, narra la storia di un matrimonio infantile. Nell’intento di affrontare questo grave problema, Chime for change ha collaborato con Obaid-Chinoy nella produzione del suo nuovo cortometraggio animato, “Sitara”, la cui protagonista, Pari, è una ragazzina il cui sogno di diventare pilota viene infranto quando è costretta a sposarsi. È la storia di 12 milioni di ragazze che ogni anno, in tutto il mondo, diventano spose bambine.

Per accompagnare il film, e in collaborazione con Equality Now e Girls Not Brides, Chime for change ha lanciato una campagna che si propone di permettere alle ragazze di perseguire i propri sogni, ”Let Girls Dream”.

Sul sito LetGirlsDream.org e tramite l’hashtag #LetGirlsDream, il pubblico è incoraggiato a condividere i propri sogni e a far pressione sulla comunità globale per contribuire ad abbattere le barriere che impediscono a moltissime ragazze e donne di realizzare i loro sogni. Alessandro Michele, Marco Bizzarri, Lou Doillon, Elle Fanning, Bethann Hardison, Leymah Gbowee, Angelica Hicks, Katja Iversen, Neelofa, Elise by Olsen, Saoirse Ronan, Jodie Turner-Smith, Alison Wonderland, John Yuyi e le ragazze vittime di attacchi con l’acido della Hothur Foundation, donne e ragazze di mothers2mothers, della Gbowee Peace Foundation Africa, del Lower East Side Girls Club e molte altre hanno già iniziato a condividere i propri sogni sulla piattaforma.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *