La sfilata di Gucci, un rito che non ammette regole

La sfilata come rito, il dietro le quinte che viene svelato e condiviso: è lo show di Gucci, cui si accede passando attraverso il backstage con parrucchieri e truccatori al lavoro su modelli e modelle e Alessandro Michele che si confonde tra il pubblico.

Tutto è raccontato in una lettera che Alessandro Michele ha scritto a mano, pubblicata su Instagram qualche minuto prima dell’inizio della sfilata.

Poi, all’interno, una piattaforma circolare con un velo che cade a svelare stand e vestieristi, modelli in accappatoio e lo stesso direttore creativo intento a dare gli ultimi ritocchi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Mentre la voce di Federico Fellini dà il via allo show, i modelli prendono posto sulla circonferenza’, esposti allo sguardo del pubblico, per poi lasciare la loro postazione a chi li ha vestiti e agli applausi del pubblico.

Una collezione che non ha regole, che definisce le tante individualità che esistono. Iperfette, stravaganti, uniche e per questo magiche.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *