E’ italiano il cuoco europeo dell’anno: Cook of the Year Award a Niko Romito

Niko Romito è il «cuoco europeo dell’anno» per il prestigioso congresso gastronomico Madrid Fusión, che gli conferirà il Cook of the year award nel corso della Fiera Ifema in programma nella capitale spagnola dal 13 al 15 gennaio.

Una «cucina pura e assoluta, la cui chiave sta nell’equilibrio dei sapori» è la motivazione ufficiale che ha spinto gli organizzatori di Madrid Fusión a premiare lo chef abruzzese che in soli 7 anni ha conquistato 3 stelle Michelin e si è fatto notare a livello internazionale per la sua essenzialità che non perde quel connotato domestico e confortante.

Noto come cuoco autodidatta, Niko gestisce con la sorella Cristiana il ristorante Reale, un’attività di successo che con il nuovo anno sfiora i 20 anni nei quali non sono mancati i trasferimenti e le trasformazioni.

Eppure per lo chef gli esordi non sono lontani: ha cominciato a Rivisondoli, nell’ex pasticceria di famiglia, divenuta trattoria, e nel 2011 ha trasferito il Reale a “Casadonna”, ex monastero del ’500 a Castel di Sangro (AQ).

“Della mia cucina si dice spesso che è semplice”- ha dichiarato lo chef – “È verissimo, nel senso che manca di complicazione, eppure sottintende una notevole complessità. La complessità in cucina può essere vantaggiosa, la complicazione mai”.

Attraverso una ricerca incessante e con uno spiccato approccio imprenditoriale, Romito percorre la strada della sobrietà e del gusto. In poco tempo ha saputo creare un linguaggio gastronomico nuovo, fresco ed immediato e un sistema complesso in cui coesistono alta cucina, format di ristorazione diffusa, formazione superiore e prodotti per il consumo domestico.

Foto Credit copertina: Francesco Fioramonti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *