Jane Fonda è il volto della nuova collazione di Gucci gender neutral

Jane Fonda è il volto della prima collezione pensata da Alessandro Michele per Gucci e basata sul concetto di produzione circolare e stile gender neutral

Si chiama Gucci Off The Grid ed è la prima collazione No Gender, o meglio una collezione gender neutral, per promuovere anche l’idea della produzione circolare ed è stata presentata con una campagna pubblicitaria che trova in Jane Fonda il volto principale.

Jane Fonda testimonial perfetta

Attrice, produttrice, autrice, attivista e fondatrice di #FireDrillFriday Jane Fonda, ha anche vinto l’ambito premio Oscar. Adesso appare nella campagna #GucciOffTheGrid, la nuova collezione di Alssandro Michele progettata per coloro che sono consapevoli del loro impatto ambientale.

Jane Fonda afferma che la crisi climatica è il problema principale del tempo che stiamo vivendo.

“Richiedi che i tuoi funzionari governativi investano in infrastrutture per l’energia pulita. Gli economisti globali concordano sul fatto che è il massimo investimento che possiamo fare, sia in termini di benefici per il clima che per avere il massimo effetto di stimolo durante il periodo di pandemia, quando è necessario creare così tanti posti di lavoro. “

La campagna è stata scattata dal fotografo e regista Harmony Korine con la direzione creativa di Alessandro Michele e la direzione artistica di Christopher Simmonds.

Jane Fonda è solo la prima di una serie di personalità che posano per la campagna della linea sostenibile di Gucci tra cui David Mayer de Rothschild, Lil Nas X, King Princess e Miyavi. Ognuno di loro indossa pezzi della collezione Gucci Off The Grid, in piedi e seduti in una casa sull’albero in città, pronti – come suggerisce l’etichetta della linea – ad aprire la porta a un nuovo inizio.

Come abitanti di una moderna metropoli, con grattacieli in cemento e vetro, che invece scelgono di vivere in una casa costruita su alberi nel mezzo della città. Sono dei rivoluzionari, che si battono attivamente per il futuro dell’umanità e del pianeta, una metafora del desiderio di sfuggire alle convenzioni provando a vivere “Off the Grid”

Gucci Equilibrium

La collezione si arricchisce anche di un ulteriore profilo Instagram @gucciequilibrium che raccoglie gli impegni e le azioni della Camera per ridurre il suo impatto ambientale e proteggere la natura, sostenendo al contempo i diritti delle persone e sostenendo l’inclusione e il rispetto, in modo che tutti nella Gucci Community globale siano liberi di esprimere il loro io autentico e diversificato.

Il clima, il tempo, il nostro pianeta

Questo è un tema affine a chi è sensibile alle tematiche ambientali ed è consapevole dell’impatto ambientale che hanno le proprie scelte e azioni. Gucci in questa collezione mette in campo materiali riciclati organici a base biologica, derivanti da materia rinnovabile e da fonti sostenibili. Caposaldo di questo progetto ECONYL, il nylon rigenerato – già usato da Gucci dal 2016 – che ricicla vari rifiuti tra cui le reti da pesca abbandonate e tappeti in disuso, cosi come scarti del ciclo produttivo durante la lavorazione dello stesso ECONYL, accoppiato con poliestere riciclato privo di solventi e avanzi. Il pellame presente nella collazione è frutto di processi di riciclo, così come le finiture metalliche.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *