Lee Wood, L72: no-gender e cromatismi accesi

0 0

A Roma, al Who’s on Next, ha presentato Collection One: Primary per la Spring/Summer 16. E “Primary” sta per “l’ingresso dei colori” nella sua creatività. Lee Wood, inglese di nascita ma italiano nel cuore, vive a Milano da più di 16 anni.

Lee ha iniziato la sua carriera come commesso, poi store manager e da questa crescita nel retail la sua attenzione si è poi spostata al design prima come assistente e poi come stylist. Dopo aver lavorato nel team creativo di una grande maison come Versace, ha deciso di aprire il suo studio di design e di consulenza: Studio L72. Quest’anno, Lee ha lanciato la sua propria estetica attraverso il brand L72: un concetto di lifestyle, un’idea pensata.

Collection One: Primary parte così con i colori primari da RYB (Red, Yellow e Blue) dei “classici mattoncini Lego con cui giocavo da bambino”. Poi cambiano a RGB (Red Green Blu): sono i colori primari additivi trasmessi attraverso la luce della riproduzione digitale, nelle decorazioni ho utilizzato anche segmenti di cd”.

Una collezione ispirata al concetto di uniforme, al no-gender, puntando sui cromatismi accesi.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous post Roma, outdoor 2015: arte e creatività urbana
Next post Polline Art: la nuova galleria d’arte digitale