Il matrimonio a Natale ha la sua magia. Intervista alla wedding planner Cinzia Grillo

Il matrimonio d’inverno

Quando l’amore chiama bisogna avere il cuore aperto per rispondere sì e una predisposizione all’organizzazione in generale. Sempre più spesso ci si affida ad una figura professionale, la wedding planner, per poter organizzare al meglio ogni singolo dettaglio e vedere concretizzare i sogni in un giorno magico e indimenticabile.

Se in passato la primavera e l’estate erano i periodi dell’anno privilegiati per scegliere la data del matrimonio, adesso ogni momento può essere perfetto. L’inverno anno dopo anno si conferma un periodo altrettanto richiesto, complice la magia del Natale.

Chiediamo a Cinzia Grillo, Wedding Planner e blogger per il blog Garini Immagina, alcuni dettagli sul matrimonio  in inverno.

Il suo maestro e mentore è Angelo Garini, architetto di fama internazionale, noto comunemente come l’architetto dei sogni. “Lavorare con e per il mio maestro è un grande privilegio, offre costantemente la possibilità di arricchimento e confronto. Così come scrivere per il blog Garini Immagina, è per me fonte di orgoglio”.

Cosa ami di più del tuo lavoro di wedding planner?

Sicuramente accompagnare una coppia nel costruire il loro sogno è gratificante, ti affezioni ed alla fine ti emoziona vederli coronare il loro sogno.

Sposarsi in inverno: pro e contro?

Chi sceglie di convolare a giuste nozze nel periodo più fiabesco dell’anno lo fa proprio perché innamorata del periodo e della sua magica atmosfera.
I pro sono molteplici: puoi scegliere liberamente data e location, avendo più opportunità, più date libere, e a prezzi spesso più vantaggiosi. Puoi scegliere di sposarti di mattina o sera, le temperature miti della mattina possono essere un valore aggiunto, il gioco di luci della sera, rende tutto speciale.

Tra gli altri punti a favore ci sono sicuramente i fiori, tante bellissime varietà di fiori trovano la loro fioritura in inverno, i tulipani ad esempio, ma anche anemoni e narcisi.

Il cibo non va sottovalutato, ancora oggi l’elemento cibo rappresenta una percentuale molto alta di interesse. Aggiungere cibi calorici che scaldano l’atmosfera è un elemento su cui far leva quando si pensa di volersi sposare in pieno inverno: penso alla cioccolata calda, immagino dei corner dolci, dove gli ospiti possono ricevere calde coccole ( bevande calde, o dolcetti, o liquori, che scaldano e uniscono sempre tutti).

Per quanto riguarda i contro… Personalmente non trovo mai dei contro nella scelta della data giusta per sposarsi. Ogni periodo ha i suoi punti di forza, e vanno enfatizzati.

Come scegliere la location?

La location va individuata sempre in relazione al proprio gusto ed al proprio budget. In inverno preferisco suggerire grandi saloni nobiliari, dove tutto possa svolgersi all’interno, o una proposta alternativa potrebbe essere una cantina, molto calda e accogliente. L’effetto sorpresa sarà inevitabile.

Ricordo sempre ai miei sposi che quel giorno sebbene siano i festeggiati rivestono il ruolo di padroni di casa, devono quindi preoccuparsi dei loro ospiti, deve essere tutto accogliente e confortevole.

Il supporto di un professionista è certamente un aiuto validissimo per sollevare gli sposi da ogni preoccupazione, prima, durante e dopo lo svolgimento del matrimonio.

Ispirarsi al tema natale anche per gli allestimenti?

Assolutamente si. Come detto, la maggioranza delle persone che decidono di sposarsi in inverno, lo fa perché ne ama l’essenza. Per i sognatori, i creativi, gli addobbi natalizi rappresentano l’anima dell’inverno e il loro matrimonio non può discostarsi da questa immagine.

Il bianco candido della neve, il verde, le bacche, il fogliame. Immagina un grande abete, le luci, le candele, le ghirlande e fiocchi di velluto. L’idea di un allestimento può partire da questo o ispirarsi a queste atmosfere. Io non sono a favore dei matrimoni a tema o alle estremizzazioni, basta un richiamo, un dettaglio elegante e l’atmosfera ne trarrà il giusto beneficio.

Pinterest

 

Che abito scegliere e quale accessorio è indispensabile?

Oggi la moda sposa permette di rispondere ad ogni esigenza, ad ogni fisico e ad ogni stagione. Certamente la scelta migliore verte su tessuti importanti ( per esempio il Mikado)  e possibilmente l’uso delle maniche. Ma se la sposa non si trova in sintonia con gli elementi caratteristici della moda invernale, può decidere di indossare un abito scollato, ma non dovrà certo rinunciare al soprabito, sia esso un caldo cappotto in eco pelliccia, o solo una stola. Del resto le spose difficilmente sentono freddo – o caldo -.

Anche lo sposo non dovrà rinunciare al soprabito, che toglierà in chiesa. Mai e poi mai dovrà essere privo della bouttoniere.

Inoltre la sposa avrà con se il suo bouquet, indispensabile in qualunque stagione, ed il suo sorriso più bello.

 

Consiglio outfit per gli ospiti?

No assoluto per il nero, neanche nel tardo pomeriggio, sono una tradizionalista e seppur qualcuno lo abbia sdoganato nei matrimoni, continua a non piacermi. Basta immaginare una foto di gruppo in cui tutti gli ospiti indossano il nero…

Si al blu, al verde bosco ed ad tutte le nuances che la moda oggi propone. Si ad abiti, ma anche gonne, camicie e cappotti. Per le più tradizionali, se il matrimonio è di mattina può andar bene un talier, ma come ultimissima ipotesi. La moda offre così tante possibilità, perché vestirsi come per andare in ufficio?

Regola aurea: no al bianco e no ad abiti troppo appariscenti, il buon gusto e il buon senso devono sempre andare a braccetto!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *