MFW19, Bottega Veneta: nuova versione dell’iconico intreccio

Nuove proporzioni e una nuova versione dell’iconico intreccio di pelle per Bottega Veneta, dove il direttore creativo Daniel Lee esplora un nuovo percorso per la griffe. La collezione primavera estate 2020 di Bottega Veneta, sia uomo che donna, in passerella ieri a Milano, gioca con le proporzioni, creando nuovi codici di stile: soffici strutture creano silhouette dal tocco easy.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per la spring-summer 2020, una co-ed, il direttore creativo Daniel Lee tratteggia la sua donna sofisticata e austera. L’uomo esce in bermuda e giacche destrutturate.

I volumi soni boxy, molto anni ’90 mentre i colori bilanciati si fanno ricchi, pieni: nero, cioccolato, moka, oro, arancio strong e blu. La notte cita il mitico studio 54: abiti in maglia metallica, oro, pietra e lacca.

I gioielli bold disgregano la silhouette muovendosi attraverso superfici soft. Capitolo accessori, niente mezze misure: o XL o XS per le borse, come la knotted bag esasperata nei volumi o la borsetta scrigno. E ancora lavorazioni knot e knit, il denim blu puro, i rain coat, le jumpsuit workwear in pelle. Ai piedi sandali sabot intrecciati o specchietti sparkling.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *