Milano Fashion Week, i cappotti di Francesca Liberatore ispirati al gioco Cluedo
Read Time:44 Second

Milano Fashion Week, i cappotti di Francesca Liberatore ispirati al gioco Cluedo

0 0

“Ovviamente, mentre preparavo la collezione, nessuno si aspettava che scoppiasse la guerra”, spiega Francesca Liberatore che alla Milano Fashion Week ha presentato una collezione ispirata al noto gioco da tavola Cluedo, che si conclude con la scoperta dell’assassino.

“E’ tutto partito da un gioco di società fatto in casa quando non si poteva uscire, mi piaceva l’idea di raccontare un momento di incertezza lasciando aperte più possibilità”.

I cappotti hanno un punto di domanda sulla schiena. Indizi e gli ambienti del gioco stampati sugli abiti, piantine della casa sui vestiti e sulle maglie jacquard intrecciate. I toni del lilla predominano tra beige rosati e cammello.

In passerella l’investigatore in trench e cappello di cristalli e la sposa con una pistola disegnata sul completo nuziale. 

Commovente la chiusura della sfilata con la stilista che porta in passerella sei modelle ucraine e russe, che si tengono per mano.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous post “Io ricamo i sogni” Mostra-Evento dello stilista Marco Strano
Next post Milano Fashion Week: Astrofilia, la collezione Msgm per il prossimo inverno