Milano, lo chef Pietro D’Agostino presenterà il suo libro di ricette “Creatività. Memoria e Territorio”

Milano, lo chef Pietro D’Agostino presenterà il suo libro di ricette “Creatività. Memoria e Territorio”

Il 26 Ottobre 2021 dalle ore 11:00 lo chef Pietro D’Agostino presenterà il suo libro di ricette Creatività. Memoria e Territorio presso l’Officina Design Cafè in Piazza Compasso D’Oro 1 a Milano. Lo chef racconterà la sua cucina e i dietro le quinte della creazione del libro. A seguire si terrà un aperitivo a tema Sicilia.

Creatività. Memoria e Territorio racchiude quella che è stata la sua esperienza all’estero e l’amore e il rispetto profondo per la sua Sicilia, che osserva ogni giorno dalla finestra della sua casa di famiglia sulla collina di Taormina.

Quattro capitoli che rappresentano i quattro elementi della vita: Terra, Acqua, Fuoco e Aria. Elementi che diventano i protagonisti indiscussi di questi piatti e che rappresentano l’inizio di un dialogo con contadini, vignaioli, pescatori e macellai, i più sommi esperti del nostro territorio.

Pietro D’Agostino nel 2003 apre il suo ristorante, La Capinera, dove esprime tutte le ricchezze della cucina siciliana con una creatività intelligente e innovativa. Nel 2008 riceve la stella Michelin, entra nei JRE e in Charming Italian Chef. Annovera numerose esperienze di ambasciatore della cucina siciliana nel mondo, scegliendo personalmente tutte le forniture degli ingredienti che finiscono sulla tavola.

Nel 2017 lancia due nuovi progetti: un innovativo contenitore gastronomico nel cuore di Taormina, Kistè, con una formula easy gourmet e una cucina essenziale, e la sua prima linea di prodotti, disponibili con il marchio Io Pietro D’Agostino, da lui direttamente selezionati.

Il libro è edito da Trenta Editore, casa editrice enogastronomica nata nel 2004 con l’obiettivo di diffondere la cultura del cibo con emozione e passione, attraverso una proposta editoriale innovativa e creativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous post Vino fermo in lattina: la sfida “tutta italiana” di Cantine Sgarzi
Next post ARTE E MODA PER APPREZZARE E AMARE L’AMBIENTE