La nuova Miss Italia è la 20enne Carolina Stramare

La lombarda Carolina Stramare, 20 anni, in gara con il numero 3, è la vincitrice del concorso Miss Italia 2019. Nella finale di Jesolo, trasmessa in diretta da Rai 1, Stamare, di Vigevano (Pavia), si è imposta su su Serena Petralia, 20 anni, siciliana di Taormina, e Sevmi Fernando, 20 anni, di Padova.

Carolina Stramare era in gara con la fascia di Miss Lombardia. La nuova reginetta della bellezza era stata esclusa nelle precedenti fasi di votazione, ma è stata ripescata dalla giuria delle “Miss storiche”, che poteva riportare in finale solo una concorrente. E’ questa la prima volta che Miss Italia, giunta alla 80/a edizione, ha visto la scelta della vincitrice esclusivamente con il televoto.

Le fasi di votazione sono state 4: dalle 80 finaliste si è passati a 40, quindi 20, 10 e infine due, Sevmi Fernando e Serena Petralia, alle quali si è quindi aggiunta con il ripescaggio Stramare. La votazione definitiva del pubblico ha premiato la Miss lombarda.

Miss Italia 2019 ha occhi verdi e capelli castani, porta la misura 40 e ha il 41 di scarpe. E’ nata il 27 gennaio 1999, a Genova. Diploma di liceo linguistico, iscritta attualmente ad un un corso di formazione di grafica e progettistica all’Accademia delle Belle Arti di Sanremo, lavora da circa tre anni come modella.

Ha origini per metà venete, precisamente trevigiane. Il nonno Giovanni è, infatti, di Col de Roer, una frazione di Valdobbiadene; si era trasferito in Liguria negli anni Sessanta, dove ha conosciuto la donna che poi è diventata sua moglie, con la quale ha aperto un mobilificio. L’azienda è stata poi ereditata dal padre di Carolina, Romeo; anche la sorella del papà della Miss e’ nata a Valdobbiadene, dove tuttora vivono alcuni familiari di Carolina, che già oggi le assegnano un secondo titolo, quello di Miss Unesco, per via del riconoscimento di Patrimonio dell’Umanità attribuite da poco alle Colline del prosecco di Valdobbiadene e Conegliano.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *