Il Panettone “Sospeso”: quanto è bella “Milan col coeur in man”

Il panettone, emblema del Natale e della condivisione, evoca il calore degli affetti più cari e dello stare in famiglia. Tuttavia, ogni anno sono sempre di più le persone che si trovano a vivere sotto la soglia di povertà. Il panettone può così diventare un piccolo gesto per colmare, in parte, un grande bisogno e aiutare le persone in difficoltà a sentirsi meno sole nel giorno di Natale.

A ricordarlo, sottolineando il valore dell’inclusione, è il primo cittadino milanese, Beppe Sala, che dal suo account facebook indossa i panni improvvisati di testimonial per la campagna benefica che valorizza il significato di un gesto che avvicina e colma le distanze attraverso il dolce iconico delle feste.

L’Associazione Panettone Sospeso ETS è un’organizzazione no profit che ha lo scopo di raccogliere e donare panettoni a persone in stato di indigenza nella città di Milano, e consentire loro di celebrare il Natale con il dolce della tradizione.
L’Associazione raggruppa alcune delle migliori pasticcerie milanesi in cui chiunque può acquistare un panettone da lasciare “già pagato” per chi non ha la possibilità di comprarlo.

COME FUNZIONA

La raccolta avviene in maniera molto semplice e si ispira alla tradizione partenopea del “caffè sospeso”. Infatti, come a Napoli il caffè è un simbolo, così il panettone lo è per Milano.
Dal 7 al 22 dicembre nelle pasticcerie associate (ben 9 punti vendita dislocati in tutta la città e riconoscibili da un’apposita vetrofania con il logo dell’Associazione) sarà possibile lasciare un panettone “in attesa” di essere donato a chi è meno fortunato.

Per ogni panettone acquistato e lasciato “in sospeso”, le pasticcerie ne aggiungeranno uno, raddoppiando così la donazione effettiva.

Al termine delle due settimane, e soprattutto prima di Natale, i “panettoni sospesi” verranno consegnati a “Casa Jannacci” la Casa dell’Accoglienza del Comune di Milano in Viale Ortles 69, beneficiaria della campagna natalizia 2019. Il Panettone e l’indimenticabile Enzo Jannacci: due grandi campioni di “milanesità” e si sa che i milanesi sono persone generose, come recita un vecchio detto meneghino: “Milan col coeur in man”.

In molte delle attività aderenti è possibile comprare anche on line, tutti gli indirizzi e i contatti web utili per avvicinarsi all’iniziativa.

LE PASTICCERIE ADERENTI ALLA RACCOLTA

Alvin’s

Via Melchiorre Gioia, 141
Milano
02 6671 0828
www.alvinsmilano.it

Davide Longoni

Via Tiraboschi, 19
Milano
02 9163 8069
Via Fratelli Bronzetti, 2
Milano
Piazza Santa Maria del Suffragio, 2
Milano
www.davidelongonipane.com

Giacomo Pasticceria

Via Pasquale Sottocorno, 5
Milano
02 76319147
www.giacomopasticceria.com

Moriondo

Via Marghera, 10
Milano
02 48005643
www.pasticceriamoriondo.com

Massimo 1970

Via Ripamonti, 5
Milano
02 5832 1188
www.massimo1970.com

San Gregorio

Via S. Gregorio, 1
Milano
02 29524182
www.pasticceriasangregorio.it

Sant Ambroeus

Corso Giacomo Matteotti, 7
Milano
02 76000540
www.santambroeusmilano.com

Ungaro

Via Ronchi, 369
Milano
02 2150962
www.pasticceriaungaro.com

Vergani

Via Mercadante, 17
Milano
02 45497606
Corso di Porta Romana, 51
Milano
02 36518871
www.panettonevergani.com

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *