Pantelleria Virtual Tour: scoprire i sentieri dell’isola in 3 D
Read Time:1 Minute, 7 Second

Pantelleria Virtual Tour: scoprire i sentieri dell’isola in 3 D

0 0
Il Parco Nazionale di Pantelleria ha deciso di realizzare dei tour virtuali della propria rete sentieristica.

Niente ferma la voglia di viaggiare e conoscere nuovi posti da esplorare soprattutto adesso che, con il fermo forzato, siamo obbligati a inventarci modi per impiegare bene il nostro tempo. È la tecnologia che entra a supporto consentendoci con un click di percorrere i tour virtuali disponibili gratuitamente.

Anche il Parco Nazionale Isola di Pantelleria comunica quell’energia che contraddistingue l’isola. “Vogliamo accompagnare quanti la amano e vogliono visitarla ad immergersi in questo straordinario paesaggio, attraverso una passeggiata che, seppur virtuale, consente di alimentare occhi e cuori di bellezza per uscire da questo momento difficile” – dichiara il presidente Salvatore Gabriele.

Dopo il primo tour virtuale dell’Itinerario Kaggiar un altro nuovo viaggio è pronto per essere attraversato. L’Itinerario Montagna Grande porta alla scoperta del suggestivo cono vulcanico di Gibele, dei fenomeni di vulcanesimo secondario a Kuddia Mida, dell’affascinante gioco di colori e forme Sotto Torre.

Viaggiare da casa si può con una buona guida, che illustra il percorso passo dopo passo; basta seguire le indicazioni nella descrizione e cliccare sui loghi dello street view di google per avere una visuale in 3D dei sentieri ricchi di vegetazione tipica della macchia mediterranea, che attraversano i contrasti montuosi di natura vulcanica, regalando una visuale suggestiva di paesaggio costiero bagnato dal Mar Mediterraneo.

 

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous post Radio GAMeC. Un’emittente dal fronte
Next post La Casa di Carta: il libro ufficiale dedicato a Sergio Marquina