Presa – Borgo DiVino, due giorni di winetasting e riscoperta del borgo etneo

Il 14 e il 15 settembre, sabato e domenica, il borgo di Presa (frazione del Comune di Piedimonte Etneo) si trasformerà in “Presa – Borgo diVino“, un’anteprima della storica Festa della vendemmia piedimontese, giunta quest’anno alla 22esima edizione. Assieme alla preview della festa, questo fine settimana registrerà poi un’altra grande novità: l’opportunità unica di visitare in notturna vigneti e palmenti storici dell’Etna. Una passeggiata al chiaro di luna per scoprire la storia e le tradizioni vitivinicole del territorio etneo, degustando il vino che qui si produce.

A promuovere l’appuntamento è l’amministrazione comunale di Piedimonte Etneo, guidata dal sindaco Ignazio Puglisi, in collaborazione con il Comitato civico di Presa, Bibenda – Fondazione italiana sommelier, Pro Loco Piedimonte Etneo, Enoteca Regionale Siciliana e Strada del vino dell’Etna. A collaborare per garantire la buona riuscita dell’evento, le principali cantine del territorio di Piedimonte: La Gelsomina, La Contea, Antichi Vini di Sicilia e Di Mauro Vini.

Tutti uniti con l’intento di regalare al borgo pedemontano una rassegna che viaggi su tre strade che si incontrano nella piazza di Presa (piazza Maria Ss. delle Grazie): il buon vino dell’Etna, la musica e la cultura. Sabato e domenica, dalle 19 alle 24, si terranno le visite guidate notturne dei palmenti storici di Presa (ticket 5 euro), a cura dei giovani del Servizio Civile. Negli antichi edifici sarà possibile degustare i vini delle aziende locali, partner di Presa Borgo DiVino. Piatto forte, in entrambi i giorni, le Masterclass con i sommelier della FIS, dedicate alla conoscenza dei vini prodotti dalle cantine di punta del comprensorio dell’Etna. Negli stessi giorni e agli stessi orari sarà possibile visitare, in piazza, la mostra dei disegni dell’artista Francesco Catanzaro, oltre che fruire dell’area food allestita dagli esercizi locali.

Tra gli appuntamenti culturali, sabato alle 19, in piazza, toccherà allo scrittore Salvo Puglisi presentare il suo libro “Mediterraneo, storie di uomini e di pesci”. L’indomani, alle 18, sarà il momento di dare spazio alla storia della politica etnea: in occasione del decennale dalla scomparsa di Franco Vasta, amministratore pubblico di Piedimonte per trent’anni, si discuterà del futuro delle politiche per il territorio e le comunità locali. Ne parleranno, insieme, due politici di lungo corso e grande rilievo: l’ex deputato nazionale e adesso sindaco di Militello in Val di Catania Giovanni Burtone e il più volte deputato Ars e assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone.

Di seguito il programma integrale:

SABATO 14 SETTEMBRE

Piazza di Presa
Ore 19: Per la rassegna culturale Terra, “Mediterraneo, storie di uomini e di pesci”, presentazione del libro di Salvo Puglisi;
Ore 20: Degustazione di sei vini dell’Etna, a cura della Fondazione italiana sommelier (ticket 10 euro);
Ore 21: Per la rassegna culturale Terra, “Emovere. Identità in movimento”, spettacolo di danza e teatro a cura della compagnia Danzamir;
Ore 22: Concerto dei Vulkanica.

DOMENICA 15 SETTEMBRE
Piazza di Presa
Ore 18: Tavola rotonda “Franco Vasta. Un politico per il territorio”, intervengono Giovanni Burtone (sindaco di Militello in Val di Catania) e Marco Falcone (assessore regionale Infrastrutture e Mobilità);
Ore 20: Degustazione di sei vini dell’Etna, a cura della Fondazione italiana sommelier (ticket 10 euro);
Ore 21: Concerto “Alma canta”, con Chiara Veroux (voce e chitarra), Linda Salamone (voce e percussioni) e Gino Catanzaro (batteria e percussioni).

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *