Primavera/estate 2021, la tendenza immortale del NERO

di Eva Leonardi. Il colore nero, con la sua accezione elegante e senza tempo, continua ad essere protagonista indiscusso nelle collezioni primavera/estate 2021. Nonostante la stagione che si affaccia all’estate e nonostante questo periodo storico difficile, i designers si sono ripromessi di dare un messaggio di positività senza però mettere da parte il colore nero, pilastro portante ed espressione di eleganza e semplicità.

( In copertina, Shooting per la collezione SS 2021 di Maison Margiela)

Così lo troviamo accostato spesso al beige nella collezione di Jacquemus oppure utilizzato nei tailleur classici di Alexander Vauthier. Lo ritroviamo nelle costruzioni rigide di Comme de garcon, Balenciaga e Prada per proporre la nuova ottica futuristica e rigida della moda.

Collezione SS 2021 di Giambattista Valli

A questa accezione del colore nero come sensuale ma al contempo dark si rifanno le nuove collezioni 2021 di Maison Margiela e Schiapparelli. Margiela, diretto da John Galliano, opta per dei look total black con delle costruzioni ispirate agli anni ’60 rendendole fortemente attuali. Mentre Schiapparelli propone delle strutture surrealistiche total black, continuando l’heritage della casa di moda in modo coerente e impeccabile. Ma naturalmente nulla di nuovo.

Perché l’utilizzo del nero nella moda, ha radici molto antiche. In particolare era utilizzato nell’impero romano per il lutto mentre nel 400 venne associato all’aristocrazia e all’eleganza grazie al duca di bologna Filippo II Buono. Nel periodo romantico esprimeva la malinconia dell’anima ed una femminilità introversa, tema ripreso da Giambattista Valli per la collezione primavera/ estate 2021. Durante il ventesimo secolo il nero venne associato all’Esistenzialismo ma anche all’eleganza dei tubini di Chanel. Il tubino nero fu un marchio di fabbrica per Chanel sin dagli anni ’50: la semplicità, la praticità e l’innovazione del capo portò Coco Chanel al successo mondiale. Il nero rimane un colore neo-gotico, pulp, perverso, senso che gli attribuisce Comme de garcon per la sua nuova collezione. 

Il nero è uno staitment anche per la casa di Moda Prada, nata nel 1913, conosciuta mondialmente per l’eleganza dei suoi accessori e delle collezioni di pret- a-porter.

Sin dalla nascita del Brand, creato dal nonno di Miuccia Prada, il nero si ritrova in ogni collezione. Esempio emblematico è il periodo degli anni ’90 quando il minimalismo divenne un must e Prada usò il nero in modo ossessivo.

Collezione SS 2021 di Schiapparelli

Nello stesso periodo si affermò Martin Margiela con il suo stile grunge, la decostruzione dei capi vintage e ovviamente l’utilizzo del colore nero come simbolo di un nuovo inizio per la moda: la scuola di Anversa, di cui Margiela faceva parte.

Il nero rimane un colore a cui si possono attribuire i più svariati aggettivi, ma è stato e sarà sempre un must per eccellenza nella moda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *