Speciale Catania Film Fest, in concorso “VASY’S ODYSSEY”, “CASSANDRE’S SECRET”, “SHADOW PLAYERS”
Read Time:1 Minute, 42 Second

Speciale Catania Film Fest, in concorso “VASY’S ODYSSEY”, “CASSANDRE’S SECRET”, “SHADOW PLAYERS”

0 0

Di Sofia Massimino – Al Catania Film Fest, concorre come “Miglior film europeo indipendente”  il film “VASY’S ODYSSEY”, un film di Vasileios Papatheocharis. La trama è incentrata su due protagonisti, Vasi e Alejandra, due sconosciuti di mondi differenti che nonostante ciò decidono di intraprendere un viaggio attraverso differenti culture, da Alicante alla Grecia passando per l’Italia, alla ricerca di felicità, sogni e speranza. Nel loro cammino impareranno a rimediare ai loro errori e a scavare nei loro rapporti personali e familiari, esplorando folklore e vecchie tradizioni.

Il regista sceglie di realizzare un film interamente in bianco e nero che accompagna questo viaggio e il filo che unisce le scene del è la musica. La colonna sonora è di grande importanza e accompagna tutto il film, riuscendo a colpire il cuore e l’interiorità degli spettatori. Le musiche utilizzate sono quelle di Alejandro Roman e anche altre canzoni di cui il produttore ha comprato i diritti.

A seguire “CASSANDRE’S SECRET” di Lionel Vania Arazi, racconta di Cassandre, una bambina di sei anni che viene ospedalizzata perché “diversa”. Le scene si svolgono all’interno dei luoghi sterili dell’ospedale, spostandosi da una stanza attraverso i corridoi, cammina fra immaginazione e realtà. Con poesia e metafore visive, questo cortometraggio affronta il modo in cui guardiamo alle differenze. 

Si tratta di un film distopico, infatti tutte le persone hanno sei dita e la bambina ne ha solo cinque: è per questo che viene rinchiusa nell’ospedale.

“SHADOW PLAYERS” candidato per la categoria “Miglior cortometraggio europeo indipendente” è un film diretto da Mel Piper e prodotto da Attic Ocean. 

Polaris è intrappolata in un bozzolo subacqueo quando il viaggiatore di questa storia, stanco di tutti i finali tristi là fuori, decide di fermarsi lì. Aimé, anche la storia di Polaris sta per concludersi. Iniziano ad apparire delle crepe sulla pelle del viaggiatore, proprio come sta accadendo sul guscio del bozzolo. Per salvare la sua vita, lei inventa l’incipit di una nuova storia nella quale solo lui potrà viaggiare.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous post Speciale Catania Film Fest, presentati i corti “Una nuova prospettiva” e “Con i pedoni tra le nuvole”
Next post Mineo, tutto pronto per il “Parnaso Siculo Book Fest” dal 10 al 12 dicembre: gli ospiti e il programma