Speciale Catania Film Fest,  presentati i corti “Una nuova prospettiva” e “Con i pedoni tra le nuvole”
Read Time:2 Minute, 10 Second

Speciale Catania Film Fest, presentati i corti “Una nuova prospettiva” e “Con i pedoni tra le nuvole”

0 0

Di Norma Lutri – Tra i film presentati al Catania Film Fest, il cortometraggio drammatico di tipo storico universale “Una nuova prospettiva”, diretto dalla sceneggiatrice, attrice e regista Emanuela Ponzano, concorrente per la categoria “Miglior cortometraggio italiano indipendente”

Seguendo un ragazzino che gioca in una foresta con alcuni compagni, scopriamo passo passo alcuni particolari: una bambina sola che piange, persone ammassate e in fila, poliziotti e guardie con i cani, un muro di filo spinato. 

Il film mostra come il problema tutt’ora attuale dell’attesa dei rifugiati alle porte d’Europa  sia fortemente legato alla seconda guerra mondiale e i motivi per cui dopo di essa è stata costruita l’Europa, con l’intento di non ripetere gli orrori dei campi di concentramento, del ritorno dei nazionalismi e dell’odio razziale. 

Il tempo, tema protagonista della storia, nella prima parte è caratterizzato da un ritmo lento e misurato, che si contrappone con una seconda parte più incalzante, innescata dalla visione della bambina che piange, dei suoi genitori e della fila di migranti al confine.

Conoscere  la storia, le guerre, le discriminazioni per imparare e cambiare il presente e non ripetere gli errori del passato, è uno dei messaggi principali che vogliono arrivare attraverso questa pellicola. 

Ci viene così mostrata una sintesi tra un film di impegno civile, che tratta tematiche delicate e attuali, e un esercizio di stile, dal punto di vista visivo e fotografico. In una decina di minuti un ragazzino ribalta le sue e le nostre certezze, mette in continuità l’Europa degli anni quaranta con quella del 2020, facendo emergere le nostre responsabilità sul mondo che stiamo costruendo.

“Perché la memoria del male non riesce a cambiare l’umanità?  a che serve la memoria?”

-Primo Levi

In seguito è stato proiettato il cortometraggio “Con i pedoni tra le nuvole”, diretto da  Maurizio Rigatti che concorre per la categoriaMiglior cortometraggio italiano indipendente”. 

Nella pellicola, si narra la storia di Luisa, un’anziana signora ipovedente che sta per affrontare un grande cambiamento, ovvero il trasferimento dalla casa dove ha sempre abitato per prendere posto in una casa di riposo. L’esistenza tormentata della donna muterà radicalmente a seguito dell’incontro con Dario, un giovane condannato a scontare un periodo di lavori socialmente utili che avrebbe dovuto prendersi cura di Luisa. Sarà proprio grazie a questo incontro che la protagonista riuscirà a scacciar via i fantasmi del suo passato mentre Dario troverà finalmente il suo posto nel mondo. Milena Vukotic, che interpreta la protagonista, con la sua interpretazione, è riuscita a trasmettere passione e tantissime emozioni in ogni scena.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous post Speciale Catania Film Fest, “Gaza mon amour”dei fratelli Nasser ospiti del Festival
Next post Speciale Catania Film Fest, in concorso “VASY’S ODYSSEY”, “CASSANDRE’S SECRET”, “SHADOW PLAYERS”