Speciale Catania Film Fest, “The Man Who Was Also Fire” e “Nightline”
Read Time:2 Minute, 9 Second

Speciale Catania Film Fest, “The Man Who Was Also Fire” e “Nightline”

0 0

Di Norma Lutri  – Il quarto giorno della X edizione del Catania Film Festival ha ripreso nel pomeriggio con la proiezione di quattro film. Il primo film proiettato è stato il corto drammatico “The Man Who Was Also Fire”, diretto da Martin Oliveros Heinze e concorre per la categoria “Catania Corto Europa”.

Dopo la morte del padre, il diciassettenne Meriton si ritrova costretto a scegliere se restare con la madre, rimasta ormai vedova, o proseguire i suoi studi e andarsene di casa. 

La scena che segue quella iniziale mostra il protagonista, con i suoi due fratelli, parlare della madre, delle promesse che le hanno fatto, e parlano di come, secondo loro, le cose si metteranno nel futuro con lei. Vediamo quindi, alla fine, il protagonista parlare da solo e così inizia a parlare con il padre, ormai non più tra loro, e chiede perché se ne sia dovuto andare lasciando la madre, quando, secondo Meriton, se ne doveva occupare. 

I fratelli sono come un personaggio unico camminando insieme, stando vicini, mentre Meriton è da solo, come si vede nel finale dove il protagonista prende un’altra direzione rispetto ai fratelli; questo lascia aperto il finale per dare libertà allo spettatore di dare un significato e una propria interpretazione alla fine “nascosta” del film.

Il terzo film presentato è stato il lungometraggio thriller “Nightline”, di origine ceca, scritto e diretto da Robert Sedláče e concorrente per la categoria “Miglior Film Europeo Indipendente”. 

La pellicola narra le vicende di Radek, basate su fatti realmente accaduti. Radek fa ritorno a Praga, nonché sua città natale, dopo essere rimasto nascosto per vent’anni negli Stati Uniti. Egli usufruirà di un programma radiofonico, di linea notturna, condotto dalla giovane e ambiziosa giornalista Eva, per raccontare la sua storia e rintracciare una figura femminile del proprio passato, Eliska . Il protagonista cercherà di mantenere nascosta la sua identità, ma due detective intercettando l’intervista inizieranno a mettere insieme i pezzi. Il compito dei due detective sarà quello di arrestarlo prima che i suoi crimini cadano in prescrizione, inizia qui una lotta contro il tempo per vedere chi tra le due parti porterà a termine il suo obiettivo. 

Le scene si alternano quindi su due strade parallele tra la diretta radiofonica con Radek, chiuso per tutto il tempo in macchina, Eva ed Eliska, e i due detective che tenteranno in ogni modo di riuscire a prenderlo. 

Lunghi dialoghi e scoperte sconvolgenti diventano i protagonisti di questo thriller pieno di suspense e di tensione che gradualmente, in modo sottile, cresce sempre di più durante il film.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous post Speciale Catania Film Fest, “Coriandoli” di Maddalena Stornaiuolo
Next post Speciale Catania Film Fest, “BEASTS” cortometraggio belga, regia di Giorgio La Rosa