Bellezza fai da te, i trattamenti consigliati da spa manager di wellness hotel

La spa in casa? È possibile, grazie a questi consigli di esperte spa manager. In attesa di poter tornare alle loro coccole professionali, i trattamenti di bellezza fai da te donano effetti benefici al corpo e un momento di relax per sé stessi. Scopriamo alcune ricette e trucchi beauty che si possono fare a casa grazie all’utilizzo di ingredienti “casalinghi” e non solo.
Julia Kraler, Spa Manager del Naturhotel Leitlhof, consiglia di approfittare di questo momento rinunciando al trucco per qualche giorno per far respirare la pelle. Giornate make up free fanno veramente bene alle pelle: le impuritá spariscono, i pori dilatati si restringono, la pelle appare meno secca. È il momento migliore per un piccolo rituale di bellezza per il viso fai da te in tre passaggi con prodotti naturali:

PEELING per una pelle morbida e uniforme
Per pelle normale: 2 cucchiaini di olio d‘oliva, 2 cucchiaini di fondi di caffè, un po’ di succo di limone
Per pelle impura: 2 cucchiai di ricotta, 1 cucchiaino di miele, 1 cucchiaino di zucchero di canna
Per pelle secca: ½ avocado, 1 cucchiaino di crusca d‘avena, 1 cucchiaino di miele
Mescolare bene gli ingredienti, stendere il composto sulla pelle del viso e massaggiare delicatamente. Lasciare agire per 5 minuti (10 minuti per pelle secca) e risciacquare con acqua tiepida.

MASSAGGIO dona vitalità e attenua le rughe. Con qualche goccia di olio di mandorle è benefico per la pelle
Massaggio fronte: con entrambe le mani fare 10 sfioramenti dal basso verso l’alto. Poi appoggiare le mani sulle tempie e fare movimenti circolari con delicatezza, dal basso verso l‘alto.
Massaggio contorno occhi: effettuare delle digitopressioni con pollice e indice sulle sopracciglia dall‘interno all’esterno. Infine effettuare uno sfioramento circolare del contorno occhi.
Massaggio contorno labbra: Con l’indice e il medio della mano destra fare una V. Appoggiando un dito sopra il labbro e uno sotto, tendere delicatamente la pelle dall‘angolo sinistro della bocca fino all‘orecchio destro, ripetere dall’altro lato. Infine per tonificare il viso picchiettare con il polpastrello dell’indice tutto il viso, dall’esterno per verso il centro, scendendo poi sul collo.

MASCHERA FRESCA  
Maschera avocado, ideale per pelle irritata: ½ avocado fresco, 3 cucchiai di olio di girasole
Maschera banana, aumenta la microcircolazione: 1 banana fresca, 1 cucchiaio di ricotta, 1 cucchiaio di panna
Maschera cetriolo, idrata, risveglia lo splendore: ½ cetriolo frullato, 1 cucchiaio di joghurt naturale bianco
Mescolare gli ingredienti, stendere il composto sul viso e décolleté. Lasciare agire per 15 minuti e poi risciacquare con acqua tiepida.
Caveau Beautè è la linea di punta del Dolomiti Wellness Hotel Fanes, che offre in esclusiva nazionale la Cabina Caveau dove provare i trattamenti specifici con i prodotti della pregiata linea beauty. In attesa di poter tornare a godersi questo paradiso wellness, è possibile ricreare il proprio piccolo ambiente di benessere deluxe anche in casa, contattando l’hotel per avere la spedizione dei prodotti desiderati, insieme a consigli e suggerimenti della Spa Manager Ingrid Crazzolara. Dai prodotti per la detersione della cute al vero e proprio trattamento anti-age, i trattamenti Caveau Beautè sono made in Italy di altissima qualità, per risultati professionali anche a casa. Contatto: info@hotelfanes.it

Un rituale beauty e benessere completo è quello suggerito da Barbara Wachtler, Spa Manager del Wellness Vita Alpina dei Post Dolomiti Resorts, composto da:

PEELING CORPO ALLO ZUCCHERO
Mescolare una tazza di zucchero, 2 cucchiai di sale grosso e 10 cucchiai di olio d’oliva (a scelta aggiungere qualche goccia di essenza di lavanda). Usare il tutto prima della doccia.
MASCHERA VISO AL LAMPONE
Mescolare qualche lampone schiacciato con un cucchiaio di miele. Stendere il tutto sul viso e lasciare agire per 15 minuti.
TRATTAMENTO PIEDI
Per ultima cosa fare un piccolo massaggio ai piedi, poi un bagno caldo con qualche goccia di olio di lavanda oppure qualche goccia di panna. Lasciare i piedi dentro l’acqua per 15 minuti e proseguire con una pedicure. Concludere il tutto con una maschera per i piedi con una crema grassa.

Carina Fleischhacker, spa manager Quellenhof Luxury Resort Lazise consiglia di curare anche bellezza e salute dei capelli:

IMPACCO CAPELLI per capelli morbidi, lucidi, voluminosi
1 cucchiaino di miele, 1 cucchiaino di yogurt, 1 uovo, 2 cucchiai di olio d’oliva
Mescolare tutti gli ingredienti, applicare l’impacco sui capelli umidi e incartare i capelli con un po´ di pellicola per alimenti. Dopo circa 15 minuti sciacquare e lavare.
Consiglio dell’Onda Spa: per capelli ancora più lucidi, utilizzare olio di Jojoba invece dell’olio d’oliva
PEELING DELICATO ideale prima della maschera
Mescolare un po’ di miele con sale marino molto fino; per uno scrub ancora più delicato utilizzare solo miele (con cristalli). Entrambe le versioni del peeling sono ottime per tutto il viso, labbra comprese.
MASCHERA VISO per pelle impura
Mescolare 2 cucchiai di miele e 1 cucchiaio di formaggio fresco; applicare la maschera sulla pelle del viso (eccetto occhi e labbra) e rimuovere dopo circa 10 minuti.

Skinlabo, crema lifting per un collo perfetto

Conosciamo meglio la crema collo liftante e ricompattante SkinLabo®. Idrata, ricompatta, rigenera e leviga la pelle. E’ il prodotto giusto per mantenere la pelle del collo giovane e contrastarne l’invecchiamento. La sua formula ricca di proprietà idratanti e rigeneranti, distende istantaneamente e visibilmente le rughe e dona comfort e morbidezza alla pelle.
100% made in Italy, SkinLabo® è il primo brand di cosmetica digitale che distribuisce i prodotti esclusivamente online e spedisce in oltre 170 paesi. Tutti i prodotti sono dermatologicamente testati, paraben free, allergen free e gluten free.

Due chiacchiere con Renato Gervasi: Joyà Designer, esperto di ‘bellessere’ e sognatore eccentrico

Come diventare “grandi” e godere della bellezza della vita? Lo chiediamo ad un vero e proprio guru di stile: Renato Gervasi, Joyà designer, fondatore con Salvo Filetti della Compagnia della Bellezza, azienda leader nel settore dell’hair fashion. Imprenditore di successo, hair philosopher, motivatore e vivace pensatore.

Ma cominciamo dall’inizio, chi è Renato Gervasi?


“Renato Gervasi Joyà Designer, esperto di bellessere, sognatore eccentrico, instancabile ed esploratore dell’arte di esistere. Oggi dirigo il dipartimento ricerca manageriale e Joyà Marketing della nostra Joyà academy, dove insieme al mio staff, sviluppiamo corsi formativi mirati alla gestione strategica del negozio, creando strumenti e manuali teorici e pratici per la crescita del salone. La mia missione è quella di trasformare i problemi in opportunità, ricercando costantemente soluzioni che facciano felici le clienti, motivino i collaboratori e portino la gioia nel cuore”.

Che significa essere un Joyà designer?


“Un Joyà Designer è colui che vuole celebrare la propria vita, il proprio giorno… l’oggi! Ogni giorno sui miei canali social condivido un video rituale del ‘Compligiorno’ portando il mio modello pensiero all’attenzione del pubblico e dei miei followers. In 25 anni ho forgiato una mission che oggi è la mission di migliaia di persone: ‘Noi siamo nati per godere del grande gioco della vita ed estrarre e creare ricchezza, bellezza e joyà, qualunque cosa accada ….OGGI”.

Hai creato un Franchising di successo. Qual è stato il segreto per ottenere tutto questo?

“Rispetto agli altri gruppi del nostro settore in Compagnia della Bellezza abbiamo un concetto di hair fashion ben definito e modellato sul made in Italy, quello vero. Lo abbiamo sviluppato prestando molta attenzione a non lasciarci assorbire e consumare dalla modalità anglosassone, quella che dominava il settore quando abbiamo dato il via alla nostra avventura circa vent’anni fa. Oggi siamo ambasciatori dell’ Hair Fashion Made in Italy nel mondo dove diffondiamo il nostro ideale di bellezza: italiana al 101%. La straordinaria bravura, lo stile inconfondibile e l’attenzione alla qualità del servizio ci ha portato a conquistare il cuore di milioni di donne su tutto il territorio nazionale con una rete di oltre 500 saloni e due marchi in costante crescita. Con Joyà Academy poi, puntiamo molto sui percorsi di formazione costante e continua dedicati ai parrucchieri professionisti che vogliono raggiungere risultati straordinari”.

Quando hai scoperto la tua passione per la tua professione?


“Sin da giovane sono sempre stato affascinato dall’idea di perseguire qualcosa di innovativo. Nella professione del parrucchiere ho ritrovato la possibilità di esprimere appieno il mio estro creativo. L’hair fashion è un mondo bellissimo dove hai la possibilità di creare bellezza e rispecchiarti in ciò che produci, attivando una costante ricerca nella magia delle forme. Col tempo ho inoltre scoperto e apprezzato un altro aspetto fondamentale della professione: la possibilità di comprendere e amare le persone, “coccolarle”attraverso il servizio che offriamo e portare la gioia nei loro cuori”.

Ti definisci l’esperto del “Bellessere”, che cos’è e come possiamo ottenerlo?

“L’idea del bellessere è il nodo centrale della mia filosofia. E’ un insieme di benessere e bellezza che è allo stesso tempo un modo di lavorare e di approcciarsi con eleganza e attenzione alla cliente. Curiamo la voglia di gioia delle persone che si affidano a noi. Grazie a loro e alle loro necessità progrediamo con costanza nei nostri intenti”

Leggendo la tua biografia sembra che il termine “bellezza” esteriore e interiore ritorna costantemente. Che cos’è quindi per te la bellezza?


“Il binomio bellezza esteriore/interiore è stato spesso presente nella mia vita. Agli inizi della mia carriera, quando ho intrapreso la professione di parrucchiere, venivo spesso etichettato come ‘esperto del look’, una definizione che per me era mortificante in quanto non contemplava in alcun modo la valorizzazione della bellezza interiore, aspetto a cui io ho sempre prestato molta attenzione e verso cui ho indirizzato la mia ricerca. Cosa ci impedisce infatti di fondere bellezza interiore ed esteriore dando vita ad una meraviglia infinita?”

“Vita da favola” è un percorso che si propone il raggiungimento di obiettivi personali e professionali. Come si costruisce una vita da favola?

“Calibrare quotidianamente le abitudini creanti ci consente di fare della nostra esistenza una vita da favola. La nostra vita accade nel giorno, oggi. Possiamo dire che se viviamo un Giorno da Favola i giorni che verranno saranno anch’essi da favola… Oggi le clienti vogliono avere a che fare, oltre che con dei bravi professionisti, anche con delle ‘belle persone’, e, quando una persona è bella, può spostare il focus dalla crisi alla gioia di vivere”.

“L’uomo sceglie sempre anche quando evita di farlo e crea costantemente consapevolmente o inconsapevolmente”. Come facciamo a creare il nostro destino senza lasciarci trasportare dagli eventi?


“L’uomo sceglie sempre anche quando evita di farlo e crea costantemente consapevolmente o inconsapevolmente. 
Lo strumento della scelta ci consente di costruire il nostro progetto personale. Il destino è la creazione delle nostre scelte. Bisogna allenarsi ogni giorno ad affinare l’arte del decidere e dell’azione, sfruttare al meglio il proprio potenziale ed aiutare chi ci sta vicino ad agire per cogliere dalla vita il meraviglioso frutto che meritiamo. Ognuno di noi ha la propria vita in mano e può fare il miracolo di renderla magica, basta deciderlo ed agire”

Nel tuo libro “La bellezza dell’errore” quest’ultimo diventa strumento per imparare a giocare in questo mondo. Quando un errore diventa opportunità?

“Sempre! L’errore è il più importante strumento per godere del grande gioco della vita. Il più delle volte, difatti, tendiamo a colpevolizzarci, cadendo nello sconforto, abbiamo difficoltà a riconoscere i nostri sbagli, rimaniamo paralizzati di fronte alla paura di sbagliare. Errare nel cammino della nostra vita è normale. Più sbagliamo più vuol dire che stiamo godendo dell’esistere. L’esistere richiede sperimentazione, coraggio, forza delle idee e obiettivi. Gli errori li compiono i coraggiosi, gli esploratori, gli innovatori e sbagliare è meraviglioso. Gli errori servono per creare la nostra esistenza: è proprio in essi che vi è racchiusa la magia della scoperta continua dell’esistere. Gli errori ci mostrano il coraggio che abbiamo avuto nel desiderare, ricercare, scoprire e compiere. Sono testimoni della nostra libertà di crescere, conoscere, imparare, sono connaturati alla capacità creante dell’uomo”.