Perché Sanremo è Sanremo: i look della seconda serata

di Michela Abbascià –

Dopo la prima serata del Festival prosegue la gara di stile tra i vari ospiti, durante la seconda serata nel palco dell’Ariston. Le donne hanno indossato abiti sfarzosi, gioielli appariscenti e scarpe ultra chic con tacchi vertiginosi. Anche durante questa seconda serata protagonista della scena è stata Madalina Ghenea, “fantastica” nel vero senso della parola, la versione ultra chic di Elsa di “Frozen”: ha indossato un abito ricoperto di cristalli di Zuhair Murad, stilista di fama internazionale. Bellissimi anche gli altri abiti, uno rosso e l’altro argento, indossati durante la serata dalla modella, meravigliosi e impreziositi da gioielli firmati Damiani.

Virginia Raffaele ha indossato un tubino bianco di pizzo con una sciarpa, look preso dall’armadio di Carla Fracci.

Chiara dello Iacovo alla moda con una blusa in seta bianca e pantaloni color rame a micro fantasia. La cantante Cecile, un look molto curato in tuta bianca minimal.

Irama ha suscitato critiche in fatto di look per quanto riguarda i suoi orecchini con le piume, ma l’abito può andare: un classico il total black.

Dolcenera con il suo abito lungo in seta bianco e nero con scollo a V non ha entusiasmato più di tanto. Forse un look rock sarebbe stato più adatto. La grandissima cantante Patty Pravo è apparsa sul palco con un abito gold elegantissimo con scarpe per nulla azzeccate con l’outfit scelto.

Annalisa  ha cambiato look: per il Festival ha scelto un abito bianco stile anni ‘40, a sirena con un ricamo nero sulla schiena, creato per lei da Mario Dice.

Un’altra ospite eccezionale della serata è stata Nicole Kidman, adorata dal pubblico per la sua bellezza e il suo look elegante. L’abito nero con scollatura sulla schiena è di Giorgio Armani. I gioielli indossati sono un girocollo e anelli di diamanti.

Ellie Goulding vestita con un completo giacca pantalone e top total white, ma non sta con la sua carnagione e il biondo platino dei suoi capelli.

Francesca Michelin ha osato un look naif firmato Au Jour Le Jour, non tanto apprezzato dal pubblico della serata.

I più eleganti della serata sono stati gli uomini, molti dei quali hanno indossato un abito scuro, blu o nero. Non tutti però. Il cantante che ha suscitato più scalpore non solo per la canzone proposta ma anche per il suo look estroso è stato Elio e le Storie tese. È arrivato con la sua band nel palco conquistando tutto il pubblico per il suo outift, come quello dei suoi colleghi, rosa shocking della collezione P/E 2016 di Etro. Vince così il “pink power”.

Carlo Conti resta sempre elegante, indossa uno smoking scuro con rever a lancia con una camicia e una cravatta tono su tono di Salvatore Ferragamo.

Gabriel Garko ha indossato un completo gessato con una cravatta rossa e pochette stile gangster. Molto meglio l’abito scuro che ha indossato durante la prima serata.

Il rapper Clementino completamente diverso da tutti gli altri ospiti della serata, un bomber nero, t-shirt bianca e cappellino.

Valerio Scanu ha scelto il blu e il nero di Carlo Pignatelli, ma l’acconciatura lascia qualche perplessità.

Alessio Barnabei in abito blu di Christian Pellizzari, indossa sotto una t-shirt con il volto di una ragazza malata di leucemia per raccogliere i fondi da donare in favore di questa causa.

Neffa in abito scuro con sotto una camicia abbottonata, senza cravatta e un cappellino da “alpino” dandy.

Il duo degli Zero Assoluto ha indossato look cool ed eleganti. Infine, ma non ultimo per importanza, Eros Ramazzotti ha fatto la sua entrata con una bella giacca, una camicia bianca con una striscia nera applicata, dei pantaloni large e delle scarpe con le borchie. Un po’ inusuale, diciamo. Ma molto chic.

Questa serata è stata emozionante sia per le star che hanno entusiasmato il pubblico con le loro voci sia per i look, più o meno criticati, alcuni un po’ fuori luogo ed eccessivi. Continuate a seguire con noi il Festival, chissà chi altro ci sorprenderà.