Halloween è alle porte: ecco qualche idea per un party mostruoso

Halloween è alle porte e Pinterest ha voluto condividere il suo Report di Halloween del 2019 ricco di idee e fonti d’ispirazione per aiutare a prepararsi all’evento.

Halloween è una festività molto apprezzata dai pinner di tutto il mondo che cominciano a prepararsi per l’occasione con largo anticipo e le ricerche a tema Halloween iniziano a partire da maggio.

Quest’anno i travestimenti ispirati al passato e i rimandi alla cultura pop sono molto in voga e di particolare tendenza sulla piattaforma sono i personaggi di film e serie tv cult e i riferimenti agli anni ’90.

Ecco qualche idea…

Nel Report Pinterest di Halloween 2019 è possibile trovare le ricerche più frequenti dei costumi individuali come Gwen Stacy, di coppia come “Woody and bo beep” o di gruppo “Stranger things”.

Ma l’ultimo trend in tema di costumi per una notte da brividi, è senza dubbio Joker, con il suo inconfondibile completo scarlatto, gilet giallo, camicia verde e trucco pesante sul viso.

Ad accogliere i vostri amici potrebbero essere proprio le grandi labbra rosso sangue e gli inquietanti occhi incorniciati di azzurro di uno dei più controversi villains della storia del fumetto americano, interpretato da uno straordinario Joaquin Phoenix nel film vincitore del Leone d’Oro a Venezia ora nelle sale.

Che si tratti di makeup (ispirato al Re Leone), idee sulle decorazioni per una festa (gnomi di Halloween), giochi e attività o cibo e bevande, cupcake, gli insight di quest’anno sono sorprendenti (e spaventosi).

I costumi da sirena sono tra i più popolari in Sud America e Sud Europa, mentre negli Stati Uniti, in Sud Africa e in Giappone piacciono di più i travestimenti ispirati al mondo dello spettacolo. Grandi classici come i costumi da pirata o quelli ispirati al mondo circense, invece, sono considerati degli evergreen in tutto il mondo.

Cibo mostruoso per un party pauroso

L’atmosfera mostruosa del vostro Halloween party dipenderà anche dal cibo che preparerete. Dalle siringhe di Bloody Mary da bere in una sola iniezione a sanguinolenti cervelli di panna cotta con salsa di melograno o frutti rossi. E se siete in cerca di un evergreen, con i biscotti alla zucca si va sempre sul sicuro. Come prepararli? Impastate 250 gr di farina con 125 gr di burro, 100 gr di zucchero, 50 gr di purea di zucca, un tuorlo, un pizzico di sale e uno di cannella e lasciate riposare la frolla in frigo per un’ora. Stendetela e con degli stampi a forma di zucca, teschio o fantasmino ricavate i biscotti. Infornate a 180° C e in 10-12 minuti potrete sfornare delle vere e proprie delizie. Con i grandi classici è difficile sbagliare: scheletri, vampiri, morti viventi, stregoni e clown non possono mancare.

Neanche la scelta della musica può essere lasciata al caso.

Affidatevi a Bury A Friend di Billie Eilish, Monster di Lady Gaga o Demons di Imagine Dragons. Nella playlist non possono mancare Thriller di Michael Jackson o le colonne sonore dei film d’orrore che ci hanno fatto sobbalzare sul divano, da Profondo Rosso a Lo Squalo, da L’Esorcista a Venerdì 13.

 

IED Milano, uno studente rielabora i costumi Speedo

All’Istituto Europeo di Design di Milano la creatività si sposa con la sostenibilità: nasce così il progetto Racing Upcycling di Speedo in collaborazione con Guglielmo Meleleo, neodiplomato in Fashion Design allo IED – eccellenza italiana nel mondo per la formazione nel Design, nella Moda, nelle Arti Visive e nella Comunicazione. Guglielmo, per la sua tesi di laurea, ha creato una collezione di abiti femminili utilizzando cuffie e costumi da gara Speedo che, per vari motivi, non potevano essere reintrodotti nel mercato ed erano quindi destinati al macero.

La collezione, denominata “Perpetual_ARTWORK” e presentata alla commissione di laurea, prende ispirazione dalla musica e, nello specifico, dall’estetica delle cover di sette album rap e r’n’b. Sette album dalle caratteristiche sonore uniche, segnate da forti contaminazioni con altri generi come indie, pop ed elettronica, che riflettono nella grafica delle cover una forte carica innovativa; e proprio queste grafiche e i dettagli delle copertine hanno ispirato le forme, il taglio e i colori degli abiti progettati da Guglielmo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sette album associati ai sette concetti chiave che stanno alla base della collezione: Apparently inexpressive, Photography, Graphics, Art, Font, Details e Aesthetic balance. Si tratta di una ricerca estetica che affianca alla manipolazione dei tessuti e dei materiali la scelta di dare una seconda vita a costumi e cuffie Speedo: i materiali forniti a Guglielmo sono così diventati protagonisti di sei creazioni sartoriali. Sei outfit femminili in totale, tre realizzati interamente con costumi e cuffie Speedo e gli altri tre utilizzando alcune parti dei prodotti forniti dal brand; i look sono caratterizzati da forme voluminose e destrutturate che pongono al centro l’importanza dei tessuti stessi e le caratteristiche della loro lavorazione.

“Il tessuto tecnico con cui sono realizzati i costumi da gara è particolarmente versatile e adattabile – racconta Guglielmo Meleleo – ed è stato per me interessante utilizzarlo per realizzare i capi della mia collezione”.

“In particolare, per l’abito che unisce costumi gara viola e arancio ricoperti da uno strato in PVC – prosegue Guglielmo – mi sono ispirato sia alla tecnica di impacchettamento dei costumi stessi, sia alla modalità di ricoprire i CD nuovi di plastica, e ho scelto di piegare e cucire insieme i costumi per ricreare l’effetto packaging”.

Creazioni dai profumi futuristici che guardano al progresso e che vogliono sottolineare l’importanza del riutilizzo dei materiali anche nel settore dell’alta moda. Un tema, quello dell’eco-sostenibilità, molto caro a Speedo che da sempre è attenta all’ambiente, come dimostra la presenza di specifiche collezioni realizzate con tessuti riciclati, come la linea di watershort per il mare e la gamma H20 Active, perfetta sia per la piscina che per la palestra. I capi verranno esposti nello showroom del gruppo Oberalp, distributore del marchio Speedo in Italia, presso la propria sede di Bolzano.