‘Gmg Milano’, bijou etno-chic dal sapore lontano

Un mondo di colori e profumi che sanno di storia e di culture lontane: è quello in cui è cresciuta Goi Primo, milanese di nascita da madre lombarda e padre eritreo, che crea bijou etno-chic con materiali provenienti dall’Oriente, dall’Africa e dal Sud America.

Sin da piccola Goi segue da vicino il lavoro dei genitori e ascolta con curiosità i racconti dei loro viaggi di ricerca in giro per il mondo per il loro “store” – che in famiglia però amano chiamare “il magazzino” – un luogo dove poter trovare oggetti, accessori, tessuti, monili antichi e moderni provenienti dall’Oriente e dall’Africa.

Il suo primo percorso di studi e formazione è la maturità scientifica, per poi continuare gli studi universitari spostandosi sul piano umanistico, con una laurea in Scienze della Formazione conseguita all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Goi non procede lungo un percorso lavorativo legato ai suoi studi, ma decide di seguire la sua natura da commerciante e allo stesso tempo creativa, creando il suo primo brand di bijou, la “Ghingi Mingi Goi”, che in eritreo significa “tutte le cose di Goi”, poi diventato “Gmg Milano”.

Oggi Goi è mamma di  Pietro Leone e Sole, si divide tra Milano, la Puglia, le Eolie e i suoi continui viaggi di ricerca e ispirazione e le fiere di settore per promuovere la Gmg.

Nel suo laboratorio, con uno staff tutto di donne, Goi crea ogni sua collezione mixando pezzi etnici a materiali supermoderni e puliti, vetri, cristalli, resine. Pezzi rigorosamente fatti a mano, studiati uno ad uno ed assemblati lasciando sempre riconoscibile il suo stile.

Dalle recenti collezioni hippie-chic con frange e colori della terra si passa ad una collezione con gli “ex voto”, assemblati con lana, nappe, bachelite, bottoni antichi e applicazioni in tessuto vintage anni 60, affiancata da una collezione di cristalli e piume in tema anni ‘50 da un profilo più alto.

In continua produzione sono gli orecchini con antica passamaneria indiana e cristalli, e le sciarpe in seta e cashmere, impreziosite una ad una con applicazioni a mano.

Tra i pezzi continuativi anche le collane Lucky che per ogni stagione vengono create con materiali ad hoc, portafortuna Buddha, corallini, medagliette, dal sapore etnico, ma fortemente al passo con ogni tendenza di stagione.

Info: www.ghingimingigoi.com