Labo.Art con “Made in ratio” per la Milano design week‏

Labo.Art, il brand creato da Ludovica Diligu, ha il suo “cuore pulsante” nel flagship store di via Maroncelli 14 a Milano che, insieme a quello di Berlino, è considerato una sorta di factory. Qui artisti, designer e creativi contemporanei creano spesso capsule collection per la Diligu e vi espongono le loro opere.

Quest’anno, durante la Milano design week – dal 12 al 17 Aprile – Labo.Art ospiterà l’ultimissima creazione del brand di design londinese “Made In Ratio”: la Cowrie Leather Chair.

Lo stile unico degli abiti Labo.Art è la cornice perfetta per l’opera, in sintonia con il dinamismo sinuoso delle forme dell’ultima nata in casa Ratio.

Ludovica Diligu e Brodie Neill (founder & creative director di “Made In Ratio”) condividono gli stessi principi e le stesse passioni: lo studio delle forme nello spazio, dei volumi e della geometria, accompagnati al totale impegno nella ricerca di materiali di primissima qualità.

LABO.ART per

MADE in RATIO

via Maroncelli 14, Milano

dal 12 al 17 Aprile 2016

Info:  laboart.com

 

 

Labo.Art presenta a White Milano la collezione Fall Winter 2016

La natura, con le sue sfumature e colori, è il fil-rouge che lega i capi della collezione Fall Winter 2016-17 di Labo.Art, creata dalla designer Ludovica Diligu. I modelli della nuova stagione saranno presentati a White di Milano, il salone di ricerca e tendenza, dal 27 al 29 febbraio negli spazi di SuperstudioPiù di via Tortona 27, nella Special area.

La palette trae ispirazione dalle foglie e dai colori del bosco d’autunno e del mare d’inverno. Ambra, acero, granata, fango e blu declinati in tante sfumature inedite. Grazie all’abilità tecnica raggiunta da Labo.Art nel procedimento di  tintura in capo, la collezione FW 2016-17 propone, insieme alle tinte unite, accoppiamenti di unito-rigato.

Accanto al cashwool e al jersey di cotone e cashmere – i due must del brand – sono stati utilizzati nuovi materiali come il velluto a coste, il cotone-lana e l’alpaca smacchinata a mano nelle comunità montane del Perù, in un mix innovativo e armonioso. Tutti i tessuti sono naturali e di alta qualità.

Labo.Art non è solo conosciuto e apprezzato nel mondo per il suo stile raffinato e essenziale, ma è anche un progetto legato all’arte visiva contemporanea. Non a caso a Berlino, dove un paio di anni fa Ludovica Diligu ha trasferito da Milano la sua sede creativa, l’imprenditrice-stilista è diventata una protagonista della vita artistica e culturale della città.

Lo spazio Labo.Art è una sorta di factory frequentata da artisti, designer e creativi della nouvelle vague, che vi espongono anche le loro opere e spesso creano capsule collection per la Deligu.

La designer oggi si divide tra la Germania e l’Italia, dove ha mantenuto la parte produttiva, con l’obiettivo di dare alle sue collezioni il valore aggiunto del made in Italy.

Labo.Art, oltre che nello store di Berlino, è distribuito attraverso il flagshipstore di Milano in via Maroncelli, lo showroom milanese e 150 multibrand di ricerca internazionali, di cui una trentina negli Stati Uniti dove l’anno prossimo è prevista l’apertura di un flagship a New York City.

Info: laboart.com

LABOART 3