miart, la fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea di Milano

miart, la fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea di Milano è lieta di annunciare la sua 25esima edizione che si svolgerà dal 17 al 19 aprile 2020.

Organizzata da Fiera Milano, miart 2020 è diretta per il quarto anno da Alessandro Rabottini. Oltre 180 gallerie provenienti da 20 paesi esporranno opere di maestri moderni, artisti contemporanei affermati ed emergenti esplorando i campi delle arti visive, del design e delle arti decorative.

Con le sue cinque sezioni, miart 2020 conferma la sua vocazione di piattaforma di dialogo e produttivo scambio tra diverse discipline.

A partire da questa edizione, il layout della fiera non vedrà alcuna separazione tra gallerie d’arte e gallerie di design e arti decorative, ma integrerà invece questi campi creativi rendendo omaggio a Milano e al suo DNA culturale: un’officina creativa in cui il design di ricerca e l’architettura hanno sempre vissuto in stretta relazione con l’avanguardia artistica.

Importanti gallerie

miart 2020 è lieta di accogliere numerose importanti gallerie che espongono a Milano per la prima volta o che ritornano dopo un periodo di assenza, tra cui A Gentil Carioca, Blank, Rossella Colombari, Chantal Crousel, Gagosian, Jackson Design, Karsten Greve, Kadel Willborn, Nilufar, Franco Noero, Eva Presenhuber e Thomas Schulte.

Numerose e influenti le gallerie provenienti da tutto il mondo che confermano la loro partecipazione dalla precedente edizioni tra cui A Arte Invernizzi, Alfonso Artiaco, Isabella Bortolozzi, Cabinet, Campoli Presti, ChertLüdde, Clearing, Continua, Raffaella Cortese, Corvi-Mora, Dvir, Feldt, Gladstone, Marian Goodman, Herald St, Kaufmann Repetto, Peter Kilchmann, Andrew Kreps, Lelong & Co, Magazzino, Massimo Minini, P420, Lia Rumma, Sprovieri, Vistamare, Hubert Winter e Zero.

La centralità della riflessione sull’arte del secolo scorso è un asse portante dell’architettura di miart, confermata da un’ampia selezione di gallerie come Cardi, Cortesi, Galleria dello Scudo, Galleria d’Arte Maggiore G.A.M., Giò Marconi, Mazzoleni, Montrasio, Repetto, Robilant + Voena, Gian Enzo Sperone e Tornabuoni.

Clicca qui per la lista completa delle gallerie partecipanti

miart ha trasformato il suo programma di talks in un vero e proprio simposio di tre giorni, ogni anno incentrato su uno specifico argomento.

Oltre 40 artisti, curatori e direttori di musei, designer e scrittori sono invitati a partecipare al programma realizzato in collaborazione con In Between Art Film, la casa di produzione cinematografica fondata da Beatrice Bulgari che supporta i film d’artista e sostiene progetti sperimentali legati all’immagine in movimento.
I miartalks sono curati da Alberto Salvadori (Direttore, ICA, Milano) e Mirjam Varadinis (Curatrice, Kunsthaus Zurich).

Milano Art Week

Come ogni anno, miart sarà l’epicentro della Milano Art Week, un ricco calendario di opening e eventi a cui aderiscono le maggiori istituzioni pubbliche e fondazioni private cittadine, tra cui, tra gli altri, Olafur Eliasson presso Fondazione Nicola Trussardi, Tania Bruguera al PAC | Padiglione d’Arte Contemporanea, Martin Kippenberger e Liu Ye alla Fondazione Prada Milano, Chen Zhen e Trisha Baga presso Pirelli HangarBicocca, Nairy Baghramian per Fondazione Furla alla GAM | Galleria d’Arte Moderna, Carla Accardi e Franco Guerzoni al Museo del Novecento, Carol Rama e Co Westerik presso Fondazione Carriero, Rirkrit Tiravanija e Daniele Puppi al Museo della Scienza e della Tecnica, Akram Zaataripresso FM Centro per l’Arte Contemporanea, Gianni Colombo alla Fondazione Marconi, Charles Atlas presso ICA, Christodoulos Panayiotou a Triennale Milano Teatro, Enzo Mari e Hans Ulrich Obrist e la mostra Les Citoyens – Guillermo Kuitca Reflects on the Fondation Cartier pour l’art contemporain Collection presso Triennale Milano, MAI/Marina Abramović Institute presso Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Alessandro Pessoli al Museo Diocesano, Marinella Senatore alla Fondazione Stelline, Nevine Mahmoud e Margherita Raso alla Fondazione Arnaldo Pomodoro.

Quattro nuove installazioni permanenti di Mario Airò, Alfredo Jaar, Maurizio Nannucci, e Wilfredo Prieto verranno allestite presso il Parco delle Sculture ArtLine Milano.

Dove e quando

A Milano, dal 17 al 19 aprile 2020

Miart – Fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea

Miart 2016 è la ventunesima edizione della fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea di Milano organizzata da Fiera Milano e diretta da Vincenzo de Bellis, con la vice direzione di Alessandro Rabottini.

Dall’8 al 10 aprile i padiglioni di Fieramilanocity accoglieranno 154 gallerie internazionali che ancora una volta rappresentano il meglio dell’arte moderna, contemporanea e del design a edizione limitata provenienti da 16 paesi (Austria, Belgio, Corea, Danimarca, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Irlanda, Italia, Norvegia, Repubblica Slovacca, Spagna, Stati Uniti, Svizzera, Uruguay), scelte per l’alta qualità dei progetti espostivi dal comitato selezionatore tra più di 350 domande pervenute.

La novità di questa ventunesima edizione è rappresentata dalla sezione Decades, che con le sue 9 gallerie propone un percorso lungo il Ventesimo secolo secondo una scansione per decenni. Decades traccia un racconto che enfatizza le due anime che definiscono miart – quella legata all’arte moderna e quella legata all’arte contemporanea – sostenendo in particolar modo l’arte storica di qualità in un momento di forte attenzione del mercato internazionale per l’arte del secondo dopoguerra, in particolare italiana.

Decades si aggiunge alle quattro sezioni che caratterizzano miart dal 2013: Established, che raccoglie 99 espositori – suddivisi nelle sottosezioni Master, per le gallerie che propongono artisti storicizzati, e Contemporary, dedicata alle gallerie specializzate nel contemporaneo; Emergent, dedicata a 16 gallerie internazionali focalizzate sulla ricerca delle giovani generazioni, di cui 11 straniere; THENnow, che presenta 8 coppie di gallerie nelle quali sono messi in dialogo un artista storico e uno appartenente a una generazione più recente; e infine Object, dedicata a una selezione di 14 gallerie attive nella promozione di oggetti di design contemporaneo concepiti in edizione limitata e fruiti come opere d’arte.

Miart 2016 rinnova e incrementa la stretta collaborazione avviata nelle ultime edizioni con tutte le realtà che operano nella promozione e nella conoscenza dell’arte. In collaborazione con il Comune di Milano, Miart si fa capofila della settimana dell’arte contemporanea, il programma di eventi, inaugurazioni e aperture speciali che coinvolgerà istituzioni pubbliche, fondazioni e gallerie private per tutta la durata della fiera.

Miart – Fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea

Dall’8 al 10 aprile 2016

Fieramilanocity – ingresso viale Scarampo, Milano

Info: www.miart.it