10 Documentari di Moda imperdibili

10 Documentari di Moda imperdibili

Documentari per appassionati di Moda

Il tempo che si ha a disposizione è prezioso. Coltivare le proprie passioni, approfondire delle tematiche, studiare, aggiornarsi. Il web da infinte possibilità a chi è curioso e vuole alimentare i suoi interessi, i documentari sono tanti.

Per gli appassionati di moda, ecco una lista non esaustiva in ordine sparso di documentari di moda. La vita degli stilisti, delle icone di stile, il dietro le quinte dei fashion show e molte altre curiosità a portata di clic!

Dior and I (2014)

La storia degli esordi di Raf Simons come direttore creativo della maison di Dior nel 2012, 55 anni dopo la morte del grande stilista. Il documentario segue la creazione della collezione di debutto di Simons nella sfida di realizzarla in solo otto settimane, rendendo omaggio anche al lavoro delle sarte che contribuirono a dare vita alla sua prima bellissima collezione di Haute Couture.

Valentino: The Last Emperor (2008)

Un lungometraggio sul leggendario stilista Valentino Garavani. Quasi cinquant’anni dopo aver fondato la sua casa di moda nel 1959, Valentino Garavani, uno degli gli stilisti più influenti al mondo, annunciò il suo ritiro nel 2007. Valentino: The Last Emperor esplora la vita professionale e personale del designer, rendendo omaggio alla sua carriera. Uno spazio particolare è dedicato alla preparazione della sua sfilata finale e al rapporto con il partner di lunga data nella vita e negli affari, Giancarlo Giammetti.

Yves Saint Laurent: L’amour fou (2010)

Realizzato due anni dopo la morte del designer, il film parte dalla vendita postuma delle incredibili opere d’arte che Yves Saint Laurent collezionò con il compagno Pierre Bergé nel corso dei decenni. L’amour fou del titolo si riferisce all’amore tra i due uomini, al loro amore per l’arte, e al folle e profondo amore di Saint Laurent per i vestiti. Bergé racconta con leggerezza e devozione anche gli aspetti più intimi della vita del partner, come la depressione cronica di cui soffrì per tutta la vita.

Lagerfeld Confidential (2007)

Entrare in punta di piedi da osservatori nella routine quotidiana, in un giorno nella vita della leggenda della moda Karl Lagerfeld. Karl ricorda gli anni dell’educazione tedesca e gli esordi della sua carriera, permettendo alla telecamera di seguirlo in spazi intimi, dal caotico appartamento parigino a un volo su un jet privato, e svelando agli spettatori la vera essenza dell’uomo dietro agli iconici occhiali scuri. Il regista Rodolphe Marconi ha creato un’opera d’arte basata sulla vita del genio Lagerfeld.

McQueen (2018)

Gli esordi e l’evoluzione dello stilista Alexander McQueen che ha scioccato il mondo con le sue creazioni. Ora grazie a questo documentario, diretto da Ian Bonhôte e Peter Ettedgui, si può scoprire l’uomo dietro la moda. Un documentario commovente che racconta la storia del leggendario stilista britannico. Dalle sue umili origini nel proletariato londinese fino alla consacrazione internazionale di designer di successo e alla tragica morte nel 2010. Attraverso filmati inediti e di backstage, il film restituisce un intimo ritratto di Alexander Lee McQueen, svelando la complessità dei retroscena della sua creatività romantica e oscura.

Diana Vreeland: The eyes has to travel (2012)

Uno sguardo alla vita e alle opere dell’influente editrice di moda di Harpers Bazaar, Diana Vreeland. Un omaggio della nipote alla zia, la vita dell’icona del giornalismo di moda, Diana Vreeland, da una prospettiva intima e ironica, che mira a catturare la personalità della celebre editor di Harper’s Bazaar e Vogue, partendo dalla sua infanzia nella Parigi di inizio secolo.

Iris (2014)

Alla veneranda età di 95 anni, Iris Apfel è un’icona di stile tra lepiù leggendarie della società di New York. Arguta e vistosamente vestita, ha avuto una presenza fuori misura sulla scena della moda di New York per decenni. Più che un film di moda, il documentario è una storia sulla creatività e su come lo spirito libero e la natura vivace continui ad essere fonte di ispirazione. Tutto ciò come un promemoria ci ricorda che la moda sarà anche fugace, vestirsi è un esperimento quotidiano, ma lo stile non ha età.

Mademoiselle C (2013)

Un tributo alla carriera della global fashion director di Harper’s Bazaar, Carine Roitfeld. Amica di Karl Lagerfeld e musa ispiratrice di Tom Ford (entrambi presenti nel film), il racconto della frenetica vita di Carine comincia con la rinuncia al suo storico ruolo da Vogue e l’inizio del suo nuovo viaggio nella comunicazione della moda.

Westwood: punk, icon, activist (2019)

Il documentario di Lorna Tucker racconta l’eccentrica vita della famosa stilista britannica Vivienne Westwood, tracciandone i momenti salienti della sua brillante carriera come stilista. Da quando ha innescato il movimento punk con l’ex partner e manager di Sex Pistols Malcolm McLaren, Dame Vivienne #Westwood ha ridefinito la moda britannica per oltre 40 anni ed è responsabile della creazione di molti dei look più caratteristici del nostro tempo. È il primo film a raccontare la straordinaria storia di una delle più grandi icone del nostro tempo, l’inventrice del punk e la paladina dei diritti del pianeta. Il film fonde l’archivio, la ricostruzione magnificamente realizzata e le interviste approfondite con l’affascinante rete di collaboratori di Vivienne, guidandoci nel suo viaggio dall’infanzia nel Derbyshire del dopoguerra alle passerelle di Parigi e Milano. Un omaggio intimo e toccante ad una delle vere icone culturali del nostro tempo, mentre lotta per mantenere l’integrità del suo marchio, i suoi principi e la sua eredità in un’azienda guidata dal consumismo, dal profitto e dall’espansione globale.

Yohji Yamamoto, Dressmaker (2016)

Un ritratto intimo della vita e delle opere di Yohji Yamamoto, uno dei designer di moda più influenti ed enigmatici degli ultimi quarant’anni. Il film scopre i molti strati dell’uomo, approfondendo l’affascinante e complessa storia di vita di questo iconico e visionario artigiano giapponese di 73 anni. Yamamoto invita lo spettatore dietro il sipario, esplorando i suoi pensieri e sentimenti più intimi e intimi, mettendo in luce il suo approccio artistico e il suo processo di lavoro creativo,  anche attraverso le testimonianze di amici, famigliari e collaboratori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous post Il caffè letterario di Moak: l’azienda siciliana lancia il bando 2020
Next post Anna Wintour in tuta su Vogue Magazine. Un segno di questi tempi e una riflessione sulla moda che verrà