Roma, Slow food celebra il Terra madre day

Sabato 17 dicembre, dalle ore 11 all’1 di notte, la Pizzeria di Quartiere di via di Pietralata, 146 a Roma ospiterà il Terra madre day, un’intera giornata insieme a Slow Food per festeggiare la Terra, il cibo e i sapori del mondo.

Il viaggio inizierà alla scoperta dei piccoli produttori del territorio e dei Presidi Slow Food. Dalle ore 11 alle 17 si svolgerà il Mercato della Terra di Natale, il food market in versione natalizia con i prodotti della campagna laziale per la spesa e i regali buoni, puliti e giusti. I protagonisti dell’agricoltura, attraverso i loro racconti, faranno conoscere i tesori della nostra terra.

Dalle ore 12 alle 16 il brunch a metro 0, un buffet illimitato di pizze slow, taglieri, fritti, verdure, dolci realizzati con i Presidi Slow Food e le migliori materie prime del Mercato della Terra, inclusi un boccale di Birra del Borgo o un calice di vino di cantina laziale.

Dalle 12 alle 16 i panini slow: pane integrale & caciofiore della campagna romana presidio Slow Food; pane bianco & ventricina; baguette & cefalo calamita del lago di Fondi; panino vegano con broccoletti.

Dalle 11 alle 17 i laboratori per bambini, per allenare i sensi dei più piccini a riconoscere il gusto dei sapori e per nutrire la mente: creazione di biscotti di Natale; atelier di falegnameria per l’ideazione e realizzazione di giocattoli di segno, laboratori di sartoria creativa dedicati ai piccoli aspiranti sarti.

A partire dalle ore 19:00, il viaggio proseguirà intorno al mondo con il Terra Madre Night, 50 prodotti delle Comunità del cibo da 25 paesi del mondo che si racconteranno attraverso percorsi gastronomici, cocktail bar, proiezioni e musica dal vivo.

E ancora, il percorso gastronomico, che prevede: il Cuscus infouzen della comunità indigena della Oasi di Tafilalet in Marocco; gli Anarcadi del distretto rurale di Kibaha in Tanzania; il Bulgur di Siyez, il grano più antico del mondo proveniente dal nord della Turchia; assaggia il Fagiolo Guajiro del  popolo indigeno dei wayuu sul Mar dei Caraibi; il Merkén, antico condimento Mapuche; scopri le proprietà medicinali dello Sciroppo di agave di Cayambe, Ecuador, prova la crema Zaseka, antico spuntino dei boscaioli slovacchi; lo zafferano dell’Iran; il pepe di Rimbas, coltivato nel villaggio di Babu Sedebau da 12 famiglie di Iban, e tanto altro.

Previsto anche il cocktail bar della biodiversità, con abbinamenti e mix dissetanti creati con frutti, zuccheri, sali particolari e spezie di tutto il mondo.

Infine in programma diverse proiezioni, per scoprire la ricchezza e la biodiversità del mondo attraverso la testimonianza diretta di coloro che il cibo lo coltivano, lo producono, lo cucinano, e ancora musica dalle ore 22:30 all’01:00.

Info: www.slowfoodroma.it